Meteo – Nuova forte perturbazione sull’Italia nelle prossime ore: con forti nubifragi in arrivo

0
118

Una nuova ed intensa perturbazione collegata ad un vortice di bassa pressione si sta avvicinando a grandi passi all’Italia. Nelle prossime ore infatti, il meteo è destinato a peggiorare rapidamente, preludio ad una Domenica a tratti perturbata per parecchi angoli del Paese.


Vediamo subito quali saranno le regioni maggiormente colpite da questa nuova fase di maltempo.

Nel corso della mattinata forti piogge colpiranno i settori nord della Sardegna, il Lazio con intensi rovesci e temporali possibili anche su RomaPiogge sparse bagneranno inoltre alcuni tratti della Liguria e del Nordest specie il Friuli Venezia Giulia, mentre sul resto del Paese il quadro meteorologico si manterrà più tranquillo con anche qualche generosa schiarita.

Attenzione invece al pomeriggio quando il maltempo si farà piuttosto incisivo. Da un lato abbandonerà la Sardegna, ma dall’altro andrà a concentrare i suoi effetti su Campania, basso LazioAbruzzoMolise fino alle Marchel’Umbria e il settore più meridionale della Toscana. Su questi settori saranno possibili forti piogge, temporali e locali nubifragi.


In serata la perturbazione muoverà il suo baricentro molto velocemente verso levante colpendo soprattutto l’Emilia Centrale, la Romagna, il nord della Marche e gran parte del Triveneto specie il Friuli Venezia Giulia. Nel contempo arriveranno pioggia più diffuse su tutto il Sud con forti rovesci attesi sulle coste tirreniche calabresi e sulla Sicilia.

Segnaliamo inoltre che, sulla base dei fenomeni previsti e in atto, il Dipartimento della Protezione Civile, ha emesso per la giornata di Domenica 27 settembre, un’allerta arancione sulla Calabria occidentale, su ampi settori meridionali del Lazio, settori settentrionali della Puglia e su alcuni settori di Basilicata, Campania e Sardegna. Allerta gialla su Emilia Romagna, in tutte le regioni del centro e del sud, comprese le restanti aree della Sardegna, e su tutta la Sicilia.

Seguiranno ulteriori aggiornamenti.

Commenti