Meteo – Maltempo fa vittime, con tornado e grandine pure nelle prossime ore

0
201

E’ una sorta di bollettino di guerra la cronaca del maltempo che sta colpendo in queste ore soprattutto molte regioni del Nord Italia e del Centro. Vittime, dispersie tanti danni sono il risultato delle forti piogge e dei violenti nubifragi che hanno messo a dura prova regioni come il Piemonte, la Lombardia, il Trentino alto Adige, il Veneto e il Friuli Venezia Giulia.

Partiamo con gli ultimi fatti di cronaca

Un’intensa cella temporalesca ha interessato la città di Torino intorno alle 16, causando l’ennesimo pomeriggio di tempesta sul Capoluogo piemontese. Registrati fino a 30-40 millimetri di pioggia in pochi minuti, con raffiche di vento che hanno addirittura raggiunto picchi di 100 km/h, nella zona Nordest della città. Il temporale si è poi esteso verso l’Astigiano dove, in quest’area, si è scatenata l’ennesima grandinata stagionale, con locali criticità proprio ad Asti città, seppur con accumuli pluviometrici non particolarmente significativi.

La supercella, con molta vorticità nel suo interno, ha generato un tornado tra Roncolevà e Trevenzuolo in provincia di Verona ed ha proseguito la sua marcia verso est-nordest abbattendosi con violenza anche sulla provincia di Vicenza. Diverse abitazioni sono state scoperchiate da quello che si ritiene essere un possibile secondo tornado oppure un violento downburst nella zona di Arzignano che ha persino distrutto il Palazzetto dello Sport.

Un uomo risulta disperso nel varesotto dopo esser stato travolto da un torrente in piena; è accaduto vicino al lago Delion nel comune di Maccagno. Le ricerche sono proseguite fino a tarda serata.

Nella notte, si è verificato un tragico avvenimento. Una tromba d’aria si è abbattuta violentemente sulla zona di campeggio ‘Verdemare’ situata nella località Partaccia. TRAGEDIA di FINE ESTATE arriva dal campeggio di Marina di Massa, a Massa Carrara. Una BAMBINA di 3 anni e una di 14 sono MORTE dopo che un albero si è abbattuto sulla tenda in cui si trovava con i familiari. L’albero, un pioppo, si è spezzato dalla furia del vento. Poco fa su Massa Carrara si è abbattuta una potente tromba d’aria.

Vani i tentativi di rianimare la più piccolina sul posto da parte del 118. Trasportata in gravi condizioni in ospedale la sorella di 14 anni, è morta subito dopo mentre un’altra ragazza di 19 anni ha riportato lievi contusioni e non è stato necessario il ricovero. Secondo quanto si apprende erano in 5 nella tenda su cui si è abbattuto l’albero durante un temporale con vento forte.

Il drammatico incidente è avvenuto nel campeggio “Verde Mare” a Marina di Massa. Sul posto stanno ancora lavorando i vigili del fuoco. Era stato richiesto anche l’intervento dell’elisoccorso Pegaso ma non è potuto intervenire per il forte vento.

Purtroppo la fase di forte maltempo non è ancora finita, anzi, nel corso della giornata si teme il PEGGIO ed altri danni in quanto ci attendiamo ancora numerosi temporali nubifragi a spasso per il nostro Paese.
Vediamo dunque nel dettaglio come evolverà il quadro meteorologico nelle prossime ore.

Nel corso del pomeriggio, la furia degli elementi comincerà a perdere parecchio di energia. Sarà dunque possibile un rapido miglioramento delle condizioni meteo a partire dal Centro in estensione anche al Nord dove piogge e qualche temporale rimarranno concentrati soprattutto in LombardiaPiemonte e sul Friuli Venezia Giulia. Su questa zone il brutto tempo si assorbirà solo tra la tarda serata e la notte successiva.

Scendendo invece verso il Sud del Paese, sembrerà di passare dall’autunno all’estate in quanto sul mezzogiorno non solo il tempo continuerà a rimanere stabile e ben soleggiato, ma il clima risulterà ancora molto caldo per la stagione.

Infine vi ricordiamo che sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domenica 30 agostoallerta rossa per rischio idrogeologico sul settore settentrionale della LombardiaAllerta arancione inoltresul restante territorio della Lombardia, sulla Provincia Autonoma di Trento, sulla Provincia Autonoma di Bolzano, sul Veneto settentrionale, su gran parte del Friuli Venezia Giulia, sul settore di levante e su quello centrale della Liguria, sull’area settentrionale della Toscana.

Valutata sempre per Domenica, allerta gialla sul Piemonte orientale, su settori della Lombardia, sulla Provincia Autonoma di Bolzano, sul ponente ligure, sull’Emilia Romagna, sul Veneto meridionale, sui bacini di Levante e Carso del Friuli Venezia Giulia, su MarcheUmbria e Lazio e resto della Toscana.

Per ulteriori dettagli potete sempre consultare il bollettino delle criticità e delle Allerte meteo disponibile all’interno del sito della Protezione Civile.

Commenti