Meteo Italia – Maltempo del Weekend: in arrivo altra neve fino in pianura

0
183
Italia spaccata in due sul finire della settimana. Grandi contrasti con correnti nord-africane in arrivo verso il Sud. METEO SINO AL 12 GENNAIO 2021, ANALISI E PREVISIONE

Le spire del vortice ciclonico freddo avvolgono l’Italia, con condizioni che si mantengono diffusamente instabili. L’area di bassa pressione è così energica grazie alla presenza dell’aria fredda in quota che, interagendo con il Mediterraneo, innesca marcati contrasti. Le basse temperature continuano a favorire nevicate fino a quote localmente molto basse al Nord e sull’Alto Appennino.

Il vortice ciclonico, responsabile del maltempo sull’Italia, tende a spostarsi verso levante, convogliando ancora correnti occidentali piuttosto instabili, lungo le quali si inseriranno nuove veloci perturbazioni. Il meteo turbolento ce lo porteremo appresso ancora per diversi giorni, in attesa di una nuova fase acuta di maltempo sul finire della settimana.

La saccatura artica sta intanto avendo una rotazione del suo asse, andando a sbilanciarsi maggiormente verso la Penisola Iberica ed il Marocco. L’aria fredda scivola così più ad ovest, investendo direttamente la Spagna e l’Africa nord-occidentale, mentre sul Mediterraneo centro orientale si attiverà un richiamo di correnti calde provenienti direttamente dal Sahara.

NUOVO MALTEMPO NEL CORSO DEL WEEKEND

Il flusso freddo diretto verso la Penisola Iberica ed il Marocco innescherà notevoli contrasti, determinando lo sviluppo di una profonda ciclogenesi che poi farà ingresso sul Mediterraneo Occidentale. Un fortissimo richiamo caldo dal Sahara investirà il Sud Italia, con temperature ben oltre la media con picchi superiori ai 20 gradi.

Il Belpaese sarà diviso in due nel weekend, in quanto al Nord permarrà invece la circolazione d’aria ben più rigida. L’avanzata della perturbazione da ovest determinerà un deciso peggioramento con maltempo diffuso su gran parte della Penisola soprattutto domenica. Altra neve a bassa quota e localmente in pianura è attesa sul Nord Italia, con riferimento alle regioni di Nord-Ovest.

La traslazione verso est del vortice ciclonico riporterà poi l’aria moderatamente fredda su tutta Italia all’inizio della prossima settimana. Nel contempo, importanti manovre si osserveranno alle alte latitudini europee, con l’anticiclone russo-asiatico che inizierà a convogliare aria gelida di provenienza siberiana sulla Russia Europea.

METEO GIOVEDI’ 7 GENNAIO, VARIABILITA’ CON NUOVO FRONTE DA OVEST

La giornata inizierà tra schiarite e nubi irregolari, con qualche piovasco più probabile sul Levante Ligure, ma anche tra Campania, Lucania e Puglia. Un nuovo veloce impulso instabile interverrà riportando piogge dapprima in Sardegna ed in successiva estensione verso il medio-basso versante tirrenico e gran parte del Centro-Sud

Il tempo resterà generalmente asciutto in Toscana, Umbria e nord Marche. Maggiori spazi di sereno domineranno anche su Sicilia e Calabria. Il tempo migliorerà ulteriormente sulle regioni settentrionali con schiarite più ampie sulle aree alpine. Dalla notte peggiora in Romagna con qualche precipitazione per la risalita del nuovo fronte.

PEGGIORA DA SABATO PER UN FRONTE PIU’ INTENSO

La variabilità proseguirà in modo del tutto simile venerdì, con ancora piogge deboli o moderate più probabili sul Centro Italia, Romagna, Sardegna, Campania e Puglia Garganica. La neve cadrà fino a quote collinari sull’Alto Appennino, dagli 800/1000 metri altrove. Un miglioramento è atteso verso sera, tranne che in Sardegna raggiunta dalla parte avanzata del nuovo fronte.

La perturbazione, ben più organizzata ed intensa, prenderà poi corpo nel weekend con piogge diffuse e nuova neve a bassa quota al Nord. Il peggioramento si annuncerà sabato con il ramo caldo della perturbazione e piogge che dalla Sardegna si estenderanno verso le regioni tirreniche. Qualche spruzzata di neve si avrà sui rilievi, fino a quote collinari sull’interno della Toscana.

Il maltempo vero e proprio irromperà sulla scena domenica, quando la perturbazione raggiungerà anche il Nord. Qui il clima rigido nei bassi strati favorirà neve probabilmente fino in pianura, soprattutto sul Piemonte e la parte occidentale dell’Emilia, ma a tratti anche la Lombardia e l’entroterra ligure. Neve a bassa quota cadrà anche sul Triveneto e l’Appennino Tosco Emiliano.

BRUSCO RIALZO TERMICO NEL WEEKEND, CALDO TEMPORANEO AL SUD

Il freddo invernale si manterrà ancora invariato con tendenza ad un certo addolcimento termico sulle regioni meridionali ed insulari. Negli ultimi giorni della settimana è atteso l’afflusso d’aria ben più calda nord-africana, con un rialzo termico forte ma limitato al Meridione e parte del Centro Italia. Le regioni settentrionali rimarranno sempre inglobate in una circolazione più fredda.

ULTERIORI TENDENZE METEO

Dopo il richiamo caldo, nei primi giorni della prossima settimana dovrebbe seguire un nuovo afflusso d’aria moderatamente fredda anche verso il Sud, con la traslazione ad est della saccatura. Il clima si farà di nuovo ovunque invernale, in attesa verso metà mese dei possibili sviluppi legati ad un’ondata di gelo che dovrebbe colpire l’Europa Centro-Orientale.

Commenti