Meteo Italia – Gelo dai Balcani e poi neve sul Nord Italia 

0
373

EVOLUZIONE 7 GIORNI: PREVISIONI METEO SINO AL 16 GENNAIO 2017

Una massa d’aria estremamente gelida staziona nei Balcani dove si è formato un nucleo di aria fredda come non avveniva da molto tempo. Questa tenderà con moto retrogrado ad affluire sull’Italia, e a presentarsi più attiva nelle regioni adriatiche e nel Nord Italia.
Nei Balcani attualmente si stanno raggiungendo temperature che oscillano dai -20°C ai -30°C. Il bel Danubio blu sta ghiacciando.

Una curiosità
: nella Russia europea, anche se la temperatura in quota è salita molto, ci sono valori inferiori a quelli misurati nel gelido e disabitato Labrador. A Mosca, l’immensa megalopoli più fredda d’Europa, questi giorni si misurano circa 30°C sotto zero.

Ma stiate tranquilli, non avremo una nuova irruzione d’aria da quelle parti, perché nel caso sarebbero davvero seri problemi.
Ma vediamo cosa accadrà: l’aria fredda ora nei Balcani, tenderà ad affluire gradualmente verso l’Italia, e influenzerà tutto il Paese, con temperature più basse al Sud, in Adriatico e al Nord Italia, in specie in Val Padana essendo questo freddo più marcato nei bassi strati dell’atmosfera.
La novità di cui vi parliamo da sabato, avrà influenza sul tempo italiano per almeno 3 giorni, ed in aree come la Valle Padana, per tutta la settimana, in quanto le inversioni termiche conserveranno il gelo.


Il cambiamento è atteso tra la prossima notte in Adriatico e martedì, e proseguirà anche mercoledì.
Una nota essenziale in merito al vortice in quota, quello che attualmente è responsabile di Blizzard (bufere di neve) nei Balcani. Nel moto retrogrado verso l’Italia tenderà ad attenuarsi, perciò non avremo alcun fenomeno estremo, e soprattutto in Adriatico e al Sud Italia non ci sarà la replica delle super nevicate venute nel fine settimana, anche se ci sarà la prosecuzione del freddo.
Nel suo insieme, la novità ci porta a ritenere possibili nevicate sparse in Val Padana, in specie i venti da oriente, per effetto stau, darebbero la neve soprattutto in Piemonte e la Valle d’Aosta.

IL SEGUITO

Terminata la fase acuta di freddo continentale, aria gelida proveniente dalle regioni polari, con un mix di aria continentale, verrà da Nord verso l’Italia. Ma l’evoluzione appare smisuratamente complessa, e dedicheremo un approfondimento in mattinata.

Evoluzione per i giorni 10 e 11 Gennaio. In blu il freddo in quota, ma rammentiamo che sarà più marcato al suolo. Abbiamo anche illustrato la presenza del vortice in quota che sarà responsabile, con un mix di aria umida mediterranea, di un moderato peggioramento.

METEO NEL DETTAGLIO

Nord Italia: clima molto freddo soprattutto in Val Padana e nelle basse valli alpine, con forti gelate notturne specie nel settore orientale. 
La temperatura sarà in ulteriore calo tra martedì e mercoledì ovunque, con neve in Piemonte e Valle d’Aosta, e a macchia di leopardo altrove. Possibilità di avere temperature diurne non superiori a 0°C tra martedì e mercoledì in Val Padana.
La seconda parte della settimana vedrà un cambiamento, ma vista la complessità dell’evoluzione, seguiranno aggiornamenti in giornata.


Centro Italia e Sardegna
: si prospetta un nuovo calo termico che porterà nuovamente gelo, stavolta debole, nel settore adriatico, con nevicate che saranno possibili nella costa adriatica. C’è una modesta possibilità di avere un peggioramento anche nelle regioni tirreniche, con occasionali nevicate di debole entità sino alle coste.
La Sardegna sarà marginalmente interessata dal freddo, ma il peggioramento porterà la neve sui rilievi.
La seconda parte della settimana vedrà un cambiamento, ma vista la complessità dell’evoluzione, seguiranno aggiornamenti in giornata.
Sud Italia e Sicilia: nuovo peggioramento in prospettiva, ma non sarà acuto come il precedente. Si avrà un moderato calo termico, ma non si avranno eventi di simile intensità che abbiamo visto nel fine settimana.
_La seconda parte della settimana vedrà un cambiamento, ma vista la complessità dell’evoluzione, seguiranno aggiornamenti in giornata.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here