Supercelle in azione, evoluzione imminente e serata tempestosa L’ultima immagine dal satellite Meteosat ci mostra la presenza di alcune supercelle, ovvero strutture temporalesche isolate, ma violente, capaci di scaricare al suolo decine e decine di litri d’acqua per metro quadro in pochi minuti spesso accompagnate da grandine.

I fenomeni più diffusi sono attualmente in azione soprattutto in Piemonte e per la precisione nelle zone di Cuneo, Asti e anche Torino. Interessata dai temporali anche tutta l’area Alpina del Piemonte.

Altri temporali sono segnalati sull’Appennino ligure nelle zone di confine con la Provincia di Piacenza. Infine altri temporali si stanno sviluppando sull’Appennino tosco emiliano. Una cella violenta si è altresì formata sulla Sicilia tra Messina e Catania. Sul resto d’Italia il tempo si mantiene abbastanza tranquillo salvo addensamenti sui rilievi appenninici del centro sud.

I temporali in corso sono in realtà solo l’antipasto di un più corposo peggioramento ormai vicino. La parte avanzata di una perturbazione atlantica che domani interesserà gran parte del centronord sta dunque cominciando a far sentire i suoi effetti sul nostro Paese e nelle prossime ore la configurazione meteorologica volge al peggio, infatti ci attende una serata alquanto tempestosa con numerosi nuclei violenti con grandine che muoveranno dal Piemonte alla Lombardia, da Torino a Milano, sfiorando poi l’Emilia tra Piacenza e Lodi-Pavia, e da Bergamo e Brescia si estenderanno al Trentino e poi Verona, Vicenza e Padova per finire a Venezia e Treviso e sul Friuli Venezia Giulia nella notte.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here