Un profondo vortice ciclonico scatenerà una fase di forte maltempo sull’Italia. Da Venerdì lunga fase di maltempo sull’Italia.

Nella seconda metà della prossima settimana la pressione comincerà a diminuire per l’aumento di intensità del flusso perturbato Nordatlantico che scendendo di latitudine causerà la formazione di un vortice ciclonico verso l’Italia provocando un’intensa fase di maltempo.

Ma andiamo a vedere nel dettaglio le tempistiche di questa svolta autunnale, più volte accennata dai modelli nei giorni scorsi.

Da Venerdì 21 e per tutto il weekend del 22/23 Settembre, ma forse anche per i giorni successivi, un ciclone, figlio della depressione permanente d’Islanda, si insedierà nei pressi della Sardegna.

I venti, le nubi e le precipitazioni che ruoteranno attorno al suo occhio colpiranno indistintamente gran parte dell’Italia, a partire dalla Sardegna e dal Nordovest per poi estendersi al Nordest, al Centro, e infine anche al Sud.

L’aria più fresca di origine atlantica scontrandosi con quella più calda preesistente, sia sul territorio, sia sui mari, potrebbe innescare temporali molto forti con grandinate eccezionali e anche la formazione di super-celle, ovvero strutture temporalesche isolate, ma violente, capaci di rovesciare decine e decine di litri d’acqua in piccole porzioni di territorio, provocando localmente dei nubifragi.

Non solo piogge. Raffiche di vento di Maestrale, Libeccio, Scirocco, ma anche Bora fino a 100 km/h flagelleranno gran parte delle coste italiane, mentre le temperature subiranno un crollo improvviso anche di 10/15°C, che riporterà anche la neve sulle Alpi, sopra i 1700 metri.

Insomma, l’Autunno sta per salire in cattedra, giusto concomitanza con l’equinozio, previsto per il 23 settembre.

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here