Imminente attacco perturbato sull’Italia, Comincia a dare qualche segnale di affaticamento l’alta pressione nord africana, la quale, da settimane e settimane, avvolge con il suo carico di stabilità e di caldo tutto il nostro Paese.
Il flusso atlantico si fa sempre più attivo sull’area mediterranea ed un nuovo attacco perturbato si profila nell’immediato futuro. Giovedì infatti, è atteso il transito di una perturbazione collegata ad un vortice di bassa pressione fra il Regno Unito e la Francia, il quale, piloterà il fronte perturbato previsto, accompagnato da un richiamo di correnti meridionali. Vediamo dunque quali saranno gli effetti e le zone colpite. 

I primi segnali del cambiamento, si avvertiranno già dalla serata di oggi quando, sul Nord Ovest, arriveranno di gran carriera, nubi e qualche pioggia sparsa fra la Liguria, il Piemonte e la Lombardia settentrionale con anche qualche nevicata sui comparti alpini intorno ai 1200-1300 metri di quota. Ma la situazione peggiore la troveremo su Giovedì. Al mattino gran parte delle regioni settentrionali saranno sotto nubi e piogge sparse specie in Liguria, est Piemonte, tutta la Lombardia. Possibile anche qualche temporale su queste zone. Attenzione anche alla neve che potrà cadere a tratti abbondante sull’arco alpino intorno ai 1200 metri. 

Nel corso della giornata. coinvolte dalla perturbazione anche il Trentino alto Adige, il Veneto ed il Friuli Venezia Giulia con piovaschi sparsi e nevicate sulle rispettive zone alpine a quote prossime ai 1300-1400 metri. Nubi sparse invece sul resto del settentrione. Sempre nel pomeriggio è atteso un moderato aumento delle nubi al centro dove si manterrà comunque basso il rischio di fenomeni.

Bel tempo invece al Sud salvo qualche nube di passaggio. Calano le temperature massime al Nord mentre invece aumentano al Sud e sull’area adriatica per effetto di venti di Scirocco. Venerdì, la perturbazione, porterà qualche disturbo al Centro italia con deboli piovaschi essenzialmente fra Marche, Abruzzo e Lazio. Moderata variabilità sul resto del Centro e al Sud. Migliora invece la situazione sulle regioni settentrionali a parte qualche residua nota d’instabilità al mattino sul Nord Est. 
Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here