Meteo Italia – Arriva a Dicembre il vero Inverno: sarà il più freddo e nevoso degli ultimi anni

0
325

Dicembre, neve e gelo in vista. Nuove conferme dai modelliDicembre, neve e gelo in vista. Nuove conferme dai modelli meteo dei mostri metereologi , con questo articolo desideriamo proporvi una prospettiva sul prossimo inverno, che appare decisamente diverso dall’inverno 2015/2016, dominato dall’alta pressione e avaro di neve e gelo sulla nostra Penisola. 


Analizzeremo con attenzione le indicazioni per il mese di Dicembre, il primo dai tratti tipicamente invernali, per cercare di capire come potrebbe svilupparsi.

DICEMBRE 2016, NUOVI SVILUPPI – In linea generale esso sarebbe caratterizzato da due fattori principali: un Vortice Polare poco compatto e molto favorevole a inviare nuclei freddi verso le basse latitudini; un’alta pressione atlantica costantemente presente sull’oceano orientale e spesso verso Ovest e Nord Europa, disposizione che farebbe arrivare aria fredda, in diverse occasioni, anche verso il Belpaese. Stando agli ultimi aggiornamenti, potremo avere un inverno molto instabile, ventoso e spesso piovoso. Ovviamente, per la nostra latitudine, il freddo sarebbe a puntate. Al riguardo, prospettiamo due modalità di irruzione di aria fredda che, con molta probabilità, riguarderebbero in diversi momenti l’Italia.Primo tipo di irruzione fredda che potrebbe riguardare l’Italia nel prossimo invernoPrimo tipo di irruzione fredda che potrebbe riguardare l’Italia nel prossimo inverno


DIREZIONE ARIA FREDDA PIU’ OCCIDENTALE – L’aria fredda artica o subpolare, come rappresentato nella prima immagine, punterebbe la Francia, per poi tuffarsi su Centro-Ovest Mediterraneo attivando vortici perturbati tirrenici responsabili di piogge diffuse su aree tirreniche e maggiori occasioni per freddo e neve, questa anche a bassa quota, al CENTRONORD.Secondo tipo di irruzione fredda che potrebbe riguardare l’Italia nel prossimo invernoSecondo tipo di irruzione fredda che potrebbe riguardare l’Italia nel prossimo inverno

DIREZIONE ARIA FREDDA PIU’ CENTRALE – Con riferimento al secondo tipo di irruzione, l’aria fredda, in questo caso artica o continentale, anche gelida, punterebbe le aree balcaniche attivando vortici perturbati meridionali e ionici responsabili di piogge diffuse, freddo e neve, anche bassa quota, al Centro-Sud.


CONCLUSIONI – Una stagione invernale, in sintesi, piovosa e spesso fredda e nevosa, opposta a quella dello scorso anno. Le prime avvisaglie di freddo più serio potranno arrivare tra fine Novembre e la prima decade di Dicembre.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here