Emergenza salute: effetti negativi dellʼafa possono colpire tutti, non solo le fasce deboli della popolazione. I consigli per affrontare il caldo


Prosegue l’ondata di caldo africano sull’Italia. Secondo il Bollettino sulle ondate di calore pubblicato dal Ministero della Salute, tra sabato e domenica è previsto un “livello 3 – rosso” di afa in 10 città, ovvero “condizioni di emergenza con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive e non solo sui sottogruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da malattie croniche”.
Tra sabato e domenica, le città in cui si soffrirà maggiormente l’ondata di caldo africano saranno Bologna, Bolzano, Brescia, Perugia, Torino, Ancona, Campobasso, Firenze, Perugia e Pescara.
I consigli del ministero della Salute – Per fronteggiare l’afa e il caldo, il ministero fornisce una serie di consigli, in primis quello di evitare l’esposizione diretta al sole nelle ore più calde, nello specifico dalle 11 alle 18. Si suggerisce poi di evitare le zone trafficate per il rischio ozono, di non svolgere attività fisica intensa all’aperto e di utilizzare correttamente il condizionatore. L’alimentazione, poi, sempre secondo le indicazioni del ministero della Salute, deve essere leggera ed è necessario bere molti liquidi (moderando bevande gassate o zuccherate, the e caffè). Attenzione, inoltre, alle eventuali terapie farmacologiche che potrebbero dover essere modificate. Infine, è importante la giusta conservazione dei farmaci.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here