Meteo Italia – Allerta della Protezione Civile per l’arrivo della burrasca: crollano le temperature di almeno 10 gradi

0
370

Burrasca in arrivo e allerta della Protezione Civile. Una perturbazione di origine atlantica determinerà infatti un peggioramento delle condizioni meteorologiche sull’Italia con venti forti dai quadranti settentrionali e temperature in sensibile diminuzione da oggi su tutto il centro-nord. Per questo, il Dipartimento della Protezione Civile, d’intesa con le regioni coinvolte, ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. Dalle prime ore di oggi, si prevedono venti forti nord-orientali con raffiche di burrasca su Emilia-Romagna, Marche, Umbria e Toscana, in estensione dalla mattinata a Lazio, Abruzzo e Molise, con possibili mareggiate sulle coste esposte. Previste inoltre precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Emilia-Romagna e Marche, in estensione dalla mattinata ad Abruzzo e Molise. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento.

La Bora, secondo gli esperti di Meteo.it, entrerà impetuosa a Trieste con raffiche a 50-60-70km/h, quanto basta per spazzare via tutto il caldo e dal Friuli Venezia Giulia i venti freschi dilagheranno baldanzosi sia verso il Veneto e dunque il resto del Nord da un lato, sia più giù verso l’Emilia Romagna e Marche e poi tutto il CentroSud: i temporali che nasceranno saranno veloci, ma forti, pure con grandine, e dopo aver colpito il Friuli Venezia Giulia scenderanno verso Romagna, Marche, Abruzzo, e Umbria. (Continua a leggere dopo la foto)

Successivamente col passare delle ore i temporali anche forti si estenderanno a gran parte del resto del CentroSud, quindi verso il Lazio e Roma e verso la Campania localmente anche a Napoli, poi sulla Basilicata Molise, sulla Puglia per finire solamente in serata sulla Calabria e successivamente nella notte pure in Sicilia; contemporaneamente anche sulla Sardegna nord orientale si genereranno delle celle temporalesche produrranno pure di nubifragi tra la sera e la notte.

Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per la giornata di oggi allerta gialla sulla Romagna, sulle Marche e sui settori costieri di Abruzzo e Molise. Permane inoltre l’allerta gialla per rischio idrogeologico localizzato sul Veneto, bacino dell’Alto Piave, a causa della frana della Busa del Cristo, nel comune di Perarolo di Cadore (Belluno), sulla quale è in corso un continuo e attento monitoraggio.

Commenti