Meteo – In arrivo Irruzione polare nella prossima settimana. Previste Piogge, grandine e anche neve

0
855

Prossima Settimana con Irruzione Polare. L’ennesimo colpo di coda dell’estate che stiamo sperimentando in questi giorni potrebbe risultare di breve durata.

Insomma, all’orizzonte si intravede una data di fine, dovuta alla discesa di masse d’aria direttamente dal Polo Nord, innescate da un anticiclone delle Azzorre in fase di migrazione verso il Regno Unito. 

La PROSSIMA SETTIMANA, dunque, sarà verosimilmente caratterizzata dall’arrivo di una vera e propria IRRUZIONE polare che provocherà, tra l’altro, un severo peggioramento delle condizioni atmosferiche con temporali, grandine e anche con il ritorno della NEVE. 

Vediamo più nel dettaglio le previsioni

Fermo restando che nel corso di sabato 28 e domenica 29 settembre e almeno fino a tutto martedì 1° ottobre il quadro meteo climatico si manterrà distampo prettamente estivo, ecco che la nostra attenzione si sposta alle giornate di mercoledì 2 e giovedì 3, quando un nucleo d’aria gelida di origine polare si spingerà verso l’Europa centrale e il Mediterraneo, influenzando anche il nostro Paese.

Seppur la traiettoria delle masse d’aria fredda non sia ancora totalmente chiara e confermata, secondo le ultime nostre elaborazioni, saranno soprattutto le regioni settentrionali e tutta la fascia adriatica ad essere maggiormente colpite. 
Attendiamoci dunque su questi settori forti temporali, grandine e addirittura la NEVE sulle Alpi del Triveneto, a quote prossime ai 1800/2000 metri. 

Da segnalare, inoltre, che alcuni forti temporali potrebbero spingersi non solo sulle zone adriatiche del Centro-Sud, ma anche su Toscana, Umbria e Lazio, fino a Campania e Calabria nella giornata di giovedì. Al momento non ci sentiamo di escludere qualche breve spruzzata di neve anche sui crinali della dorsale appenninica. 

Le temperature, infatti, sono previste in forte diminuzione sotto l’incalzare dei venti Bora. 

Ma questo improvviso e brusco ritorno a condizioni autunnali potrebbe essere veloce, interrotto già nella giornata di venerdì 4, quando l’alta pressione da ovest potrebbe nuovamente muovere il suo baricentro verso l’Italia, riportando una maggior stabilità anche per il successivo fine settimana, con temperature in generale ripresa.