Meteo – Imminente peggioramento al Centro Nord: sarà un Venerdì burrascoso

0
321

Forte maltempo in arrivo Piogge intense, nubifragi, vento forte, acqua alta a Venezia e come se non bastasse anche possibili disagi per problemi idrogeologici. Più che una previsione sembra un bollettino di guerra. 

E’ questo è lo scenario che si prospetta nell’immediato futuro, una parentesi di vero maltempo con un primo imminente peggioramento già entro la serata e la prossima notte, per poi esplodere in forma intensa nel corso della giornata di venerdì.

Ma andiamo con ordine e cerchiamo di capire quali saranno le zone più a rischio per fenomeni o nubifragi.

PROSSIME ORE – L’atteso peggioramento, come appena detto, si attiverà già nel corso della serata e della nottata con le prime piogge, seppur ancora clementi, che interesseranno le Alpi centro-occidentali e la Liguria centrale e di Levante: qui durante la tarda notte le precipitazioni si andranno intensificando. 

ATTENZIONE ALLA LIGURIA – Ma il peggio inizierà dalle prime ore ore di venerdì quando sotto forti rovesci e locali nubifragi troveremo soprattutto i rilievi alpini occidentali e la Liguria: attenzione in particolare alle province di Imperia e di Savona. 

Col passare delle ore i fenomeni si faranno via via più forti e penalizzeranno, purtroppo sempre le medesime zone, proseguendo per tutto il resto della giornata. Occhi puntati ancora una volta su Liguria, Valle d’Aosta e rilievi piemontesi settentrionali (specie sul Verbano) ma con rischio di abbondanti piogge a Torino, sulle zone montuose della Lombardia, poi in estensione anche a quelle del Triveneto. 

Nel pomeriggio e in serata intensi rovesci e locali nubifragi potranno colpire inoltre i settori più settentrionali della Toscana, in particolare l’area del massese.

FENOMENI AUTORIGENERANTI – La persistenza delle piogge sulle medesime regioni fino alle prime ore della notte su sabato, eleverà ulteriormente il rischio problematiche di carattere idrogeologico con potenziale rischio di episodi alluvionali e franosi. 

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto il Dipartimento della Protezione Civile ha emanato, per domani, venerdì 2 ottobre, allerta rossa in Veneto. 

Prevista, inoltre, allerta arancione in Liguria e su settori di Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna. Allerta gialla, infine, su Valle D’Aosta, Trentino Alto Adige, su parte di Friuli Venezia Giulia, Toscana, Puglia e Calabria e sui restanti territori di Emilia-Romagna, Piemonte, Veneto e Lombardia. 

Sul resto del Paese il meteo rimarrà invece più tranquillo e farà anche piuttosto caldo al Sud, proprio a causa di un netto rinforzo dei venti di Scirocco, i quali, se da un lato porteranno temperature fuori stagione, dall’altro provocheranno un deciso aumento del moto ondoso su molti tratti dell’area tirrenica e sull’alto Adriatico dove i mari tenderanno a divenire molto mossi a addirittura agitati.

Da segnalare, infine, il fenomeno dell’acqua alta sulla laguna di Venezia (fino a 130 cm). 

In seguito, il grosso del maltempo, riuscirà finalmente a spostarsi dall’area più occidentale del Nord verso il settore orientale, specie nel corso della tarda notte e nelle prime di sabato, preludio però ad un inizio di weekend assai perturbatoper il Nordest e parte del Centro.