Meteo della Settimana – Nuovo vortice freddo sull’Italia porterà neve in pianura. Gli aggiornamenti

0
201

Peggiora da Lunedì. Poi settimana fredda e dinamica. Prepariamoci ad una NUOVA SETTIMANA assai dinamica dal punti di vista meteo-climatico.

Il flusso freddo nord-atlantico comincia infatti ad abbassarsi di latitudine e nei prossimi giorni diverrà determinate per il quadro meteorologico generale sul nostro Paese. 

I primi segnali che la circolazione va cambiando, si avvertiranno già da lunedì 9quando un fronte d’aria fredda scivolerà rapidamente dai settori alpini verso il Nordest con piovaschi sparsi in veloce movimento verso la Toscana, l’Umbria e le zone tirreniche. Nevicate sulla Val d’Aosta e le aree di confine dell’Arco alpino centro occidentale. Sprazzi di sole e di clima temporaneamente mite invece sul Nordovest per venti di caduta (Fohn alpino). 

Forte Maestrale inoltre sull’area tirrenica con possibili mareggiate sulle coste occidentali della Sardegna. 

Martedì 10 i venti ruotano dai quadranti settentrionali. Sarà una giornata condizionata dalla Tramontana con un meteo ben soleggiato e limpido al Nord e sull’area tirrenica centrale. Cieli più chiusi sulle adriatiche e su molti tratti del Sud specie su Puglia, Campania, Calabria e Sicilia settentrionale. Attenzione alla neve che potrà cadere sul’Appennino abruzzese intorno ai 900 metri di quota. Calano ovunque le temperature con freddo intenso al mattino sulla Val Padana.

Arriviamo alla giornata di mercoledì 11 quando le correnti si manterranno dai quadranti settentrionali al Nord, sulle adriatiche e al Sud, mentre ruoteranno daLibeccio ad ovest. Il tempo sarà leggermente incerto sul Mezzogiorno mentre sul resto del Paese avremo una moderata variabilità, ma con peggioramento atteso in serata sul Nordovest dove arriveranno piogge sparse e qualche nevicata a bassa quota sul Piemonte. Peggiora in seguito sulla Sardegna occidentale. 

La formazione di un veloce minimo di bassa pressione sull’alto Tirreno, porterà ad un rapido e freddo peggioramento durante la notte e le prime ore digiovedì 12 su Lombardia, Levante ligure ed Emilia Romagna. Le basse temperature potrebbero favorire rovesci nevosi a quote molto basse se non addirittura in pianura tra la lombardia meridionale e l’Emilia e inoltre anche parte del Veneto. Altre nevicate si attiveranno sulle Alpi centro orientali.

Ma il meteo peggiorerà molto rapidamente sui comparti centrali con piogge sparse e qualche rovescio nevoso sugli Appennini intorno ai 900 metri. Resteremo sempre in un contesto ventoso e con clima rigido soprattutto sulle regioni centro-settentrionali.

Ma non finirà qui in quanto  venerdì 13 è atteso il passaggio di un nuovo fronte perturbato pronto a colpire in particolare il Nord, le zone tirreniche centrali e gran parte del Sud. Pioverà dunque su tutte le regioni settentrionali e tornerà a cadere la neve sull’Arco alpino localmente a bassa quota su quello centro-orientale. Qualche nevicate, peraltro debole, raggiungerà anche la pianura piemontese. Rovesci e temporali sono attesi su tutto il lato tirrenico, sulla Sicilia e sulla Calabria e il tutto sempre accompagnato da un contesto molto ventoso dovuto a intense correnti occidentali.

Nel corso del successivo weekend il tempo andrà migliorando grazie ad un possibile aumento della pressione sull’area mediterranea. Siamo tuttavia ancora nell’ambito delle ipotesi e vista la distanza previsionale, consigliamo di seguire i prossimi aggiornamenti.

Commenti