Meteo – Crolla ponte sul Sesia per maltempo: salgono a 16 i dispersi in Piemonte, Liguria sott’acqua

0
346

È collassato sotto il maltempo il ponte che collega Romagnano Sesia e Gattinara e che passa sopra il fiume SesiaA darne notizia è stata la Provincia di Vercelli. Si tratta di un viadotto di competenza della Provincia di Novara ed è un’arteria fondamentale per il traffico diretto in Alta Valsesia e di collegamento con i paesi della Bassa Valle, in particolare Gattinara.

Il tratto di strada era stato riaperto alle 12 ed era stata fatta una diretta Facebook dei due sindaci, Alessandro Carini di Romagnano e Daniele Baglione di Gattinara, proprio sopra il viadotto.

Crolla un ponte sul fiume Sesia: era stato riaperto alle 12

In Piemonte almeno 16 dispersi

Pioggia e forte vento hanno colpito nella scorsa notte hanno colpito il Nord-Ovest Italia provocando danni e disagi. Centinaia gli interventi in Piemonte, in particolare al confine con la Francia dove almeno 16 persone risultano disperse, secondo l’ultimo aggiornamento della Regione. Dieci sono i dispersi nel Cuneese, su cui si stanno facendo verifiche tra il versante italiano e quello francese. Un altro disperso si registra nel Vercellese, caduto con la sua auto nel Sesia.

Alcuni testimoni raccontano di aver visto le persone «portate via dell’acqua». Il disperso nel Vercellese è un 20enne di cui si sono perse le tracce dopo il crollo di una parte della provinciale 105 tra Doccio e Crevola, in Valsesia. Intorno alle 2:30, il ragazzo stava percorrendo la strada con suo fratello di 36 anni a bordo di una Opel Corsa, quando l’auto è stata travolta dal fiume Sesia tracimato.

Liguria

A Ventimiglia il fiume Roya è esondato, allagando diverse strade. Un autobus è rimasto bloccato e molti locali sono stati allagati. Sul versante francese è crollata la strada della zona di Vievola mentre una frana nei pressi di Saint Dalmas de Tende ha comportato la chiusura della strada per motivi di sicurezza. Situazione critica anche in valle Arroscia, al confine con il Piemonte.

A Ventimiglia il fiume Roya è esondato, allagando diverse strade. Un autobus è rimasto bloccato e molti locali sono stati allagati. Sul versante francese è crollata la strada della zona di Vievola mentre una frana nei pressi di Saint Dalmas de Tende ha comportato la chiusura della strada per motivi di sicurezza. Situazione critica anche in valle Arroscia, al confine con il Piemonte.

Piemonte

La situazione è molto critica. Gravi i danni causati a Limone Piemonte (Cuneo) dall’esondazione del torrente Vermegnano. La località turistica è isolata in seguito alla chiusura della statale da Vernante. A Garessio e Ceva è esondato il Tanaro, che a Ormea ha battuto i valori dell’alluvione del 1994 e del 2016, prima di rientrare sotto i livelli di pericolo. Alluvione a Borgosesia, nel Vercellese, dove l’onda di piena da record del Sesia, che ha raggiunto gli 8,54 metri, ha causato esondazioni diffuse.

Chiusi tutti i ponti da ieri sera, le auto parcheggiate sono andate sott’acqua in diversi punti della cittadina. Allagate anche le abitazioni. Allagamenti a Mergozzo, nel Verbano Cusio Ossola, a Candoglia dove secondo i dati dell’Arpa sono caduti oltre 214 mm di pioggia nelle ultime 12 ore. Disagi anche nel Biellese, dove si registrano frane e blackout. Non sta più piovendo a Torino, dove i livelli del Po sono cresciuti nella notte, con valori però al di sotto delle soglie.

Venezia

Il provveditore alle opere pubbliche di Venezia Cinzia Zincone ha disposto l’innalzamento delle paratie del Mose, che entreranno in azione per la prima volta questa mattina. «Pur trattandosi di un test funzionale – ha detto Zincone – il più prezioso per l’acquisizione dei dati che servono per la messa a punto del sistema, è chiaro che questo evento rappresenta un giorno importante per la città, che comunque si ritroverà libera dalle acque alte grazie al Mose per la prima volta». Secondo il responsabile del Centro previsioni e segnalazioni maree di Venezia, Alvise Papa, il picco di acqua alta potrebbe arrivare a 130 cm e proseguire oltre le 12, come inizialmente previsto.

Francia

Almeno due persone hanno perso la vita nei nubifragi che hanno colpito il sud-est della Francia. Il gendarme dispero per alcune ore è stato invece ritrovato vivo. A questo punto i dispersi accertati nell’area sono sei, mentre ce ne sono tre presunti.

Commenti