Meteo – Alta pressione sempre piu debole, aumenta il rischio grandine violenti

0
381

Alta pressione in difficoltà, sale il rischio di temporali. L’atmosfera non riesce ancora a trovale quell’assoluta tranquillità che ha spesso caratterizzato i mesi di Luglio soprattutto in questi ultimi anni.

La mancanza infatti di un alta pressione robusta in grado di inibire ogni tipo di minaccia verso l’Italia è alla base di questi continui alti e bassi sul fronte meteo-climatico. Ne sarà una chiara testimonianza l’ulteriore indebolimento dell’anticiclone che nelle prossime ore eleverà il rischio di temporali e locali grandinate.


Seguiamo dunque insieme l’evoluzione del tempo nel corso della giornata cercando di capire dove sarà maggiormente elevato il rischio di pioggia e temporali. Già in mattinata alcuni rovesci bagneranno i settori alpini soprattutto quelli del Nordest ma con interessamento col passare delle ore anche dei comparti centrali.


La fase più instabile tuttavia, si registrerà nelle ore più calde e dunque nel corso del pomeriggio quando piovaschi sparsi e anche qualche temporale potranno interessare tutta la fascia alpinaprealpina fino alle alte pianure del Veneto, quelle lombarde e il basso Piemonte.

Ma l’instabilità temporalesca si estenderà sempre nel pomeriggio anche agli Appennini come su quello tosco-emiliano, su quello umbro-marchigiano fino ai rilievi abruzzesi.
Anche alcuni angoli del Sud potranno ricevere la loro dose di rovesci e temporali segnatamente la Calabria tirrenica e i settori centro-orientali della Sicilia. Qui i temporali potranno risultare anche di forte intensità con improvvisi colpi di vento e locali grandinate.


Il quadro meteorologico tornerà tranquillo invece tra la sera e la notte successiva quando l’instabilità atmosferica andrà rapidamente attenuandosi.

Vi segnaliamo inoltre che il Dipartimento della Protezione Civile, sulla base dei fenomeni in atto e delle previsioni, ha emesso uno stato di Allerta Gialla per la giornata di Mercoledì 15 Luglio su alcuni tratti della Calabria e della Sicilia. Per maggiori dettagli potete come sempre consultare il Bollettino delle criticità e delle allerte meteo sempre disponibile all’interno del sito della Protezione Civile.