Meteo – Allerta Rossa della Protezione Civile in Emilia Romagna, per i fiumi in piena nelle prossime ore

0
366

Ancora rischio pioggia su molte Regioni. Aggiornamento ore 15.40, è allerta rossa per il Po da Cremona a Mantova, il Ticino esonda a Pavia allagando le abitazioni circostanti.

Aggiornamento ore 11

E’ stata riaperta in mattinata, a una sola corsia per senso di marcia, l’A21 Torino-Piacenza, chiusa ieri sera tra Asti e Villanova per l’apertura di una voragine causata dalle forti piogge. Dalle dieci di stamane il ritorno alla normalità.

Le scuole superiori di Asti rimangono chiuse su decisione del sindaco Maurizio Rasero in conseguenza del blocco parziale dell’autostrada e delle prevedibili ripercussioni sul traffico in città. La situazione è ancora difficile anche in provincia di Cuneo, con numerose provinciali chiuse al transito per allagamenti. Ha invece riaperto il tratto dell’autostrada A5, tra Ivrea e Pont-Saint-Martin in Valle D’Aosta, che era stato chiuso sabato scorso per la frana in località Chiappetti a Quincinetto. Resta invece interrotta nelle due direzioni la A6 Torino-Savona (tra Savona ed Altare verso nord e tra Millesimo e Savona verso sud) dopo il crollo di una pila del viadotto “Madonna del Monte”, investita ieri pomeriggio da una frana. Desta ancora preoccupazione la Calabria, dove piove ininterrottamente da sabato sera e domenica alcune strade erano state invase dall’acqua a Reggio e Lamezia Terme (Catanzaro) con gravi allagamenti e disagi.

E’ stato davvero un fine settimana di paura quello appena vissuto da molte regioni d’Italia. Un minaccioso e profondo vortice di bassa pressione sull’area tirrenica ha portato forti problemi dovuti alle intense e persistenti precipitazioni con numerosi allagamenti, frane, alluvioni e purtroppo una vittima registrata nell’alessandrino. 

Elevato il timore in tutte le regioni settentrionali per il livello dei fiumi ingrossati dalle piogge e si teme ora per le piene. Cresciuto al ritmo di dieci centimetri l’ora per tutta la notte, il Po a Cremona ha già parzialmente invaso le società canottieri e il parco delle colonie padane. Critica la situazione anche nel Pavese. Nella notte il Ticino è esondato a Pavia nella parte più bassa della città a ridosso del fiume.

In queste ore continua per altro a piovere sul molte aree del Nordovest, sulla Sardegna e su alcuni tratti del Sud specie nell’area ionica. Ci sono dunque i presupposti per avere altre piogge in giornata nonostante la fase più cruenta del maltempo si andrà gradualmente attenuando. 

Nelle PROSSIME ORE ci attendiamo precipitazioni sparse d’intensità moderata sul Piemonte e sul Ponente ligure. Altri piovaschi colpiranno la Sardegna, la Sicilia, gran parte del resto del Sud fino alla fascia adriatica del Centro specie tra le Marche e l’Abruzzo. Nel corso del pomeriggio migliora nettamente su tutto il Nord e la fascia tirrenica del Centro. Qualche pioggiacontinuerà a cadere fino a sera invece sul nord della Sicilia, la Calabria ionica, sulla Basilicata e la Puglia. Su queste zone il meteo andrà migliorando nel corso della notte successiva. 

Da segnalare inoltre che sulla base dei fenomeni previsti e in atto il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso per la giornata lunedì 25 novembre, ALLERTA ROSSA sulla pianura e bassa collina emiliana occidentale in Emilia-Romagna. Valutata inoltre ALLERTA arancione in Abruzzo e Calabria, su gran parte di Piemonte, Veneto, Emilia-Romagna e Marche, su settori di Lombardia e Puglia. Allerta gialla inoltre in Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige, Campania, Molise, Basilicata, su alcuni settori di Lombardia, Emilia-Romagna, Umbria, Sicilia, Sardegna e sui restanti territori di Piemonte, Veneto, Marche e Puglia.Allerta Rossa della Protezione CivileAllerta Rossa della Protezione Civile

Commenti