Meteo – Allerta Meteo in 13 Regioni nella giornata di domani: forti temporali e venti di burrasca

0
227

A causa dell’ondata di maltempo che insiste sull’Italia, con temporali e forti venti di burrasca, la Protezione civile ha diramato avviso di allerta meteo gialla su 13 regioni, concentrate in particolare al Centro Sud, più colpito da rovesci temporaleschi.

Dall’Abruzzo al Molise, passando per Campania, Puglia, Basilicata e Calabria, ecco l’elenco completo dei territori a rischio.

Nuova giornata di maltempo sull’Italia. Secondo le previsioni di domani, sabato 2 gennaio, il nostro Paese sarà ancora nella morsa di temporali e forti venti di burrasca, che colpiranno particolarmente i territori del Centro Sud. Per questo la Protezione civile ha emesso un avviso di allerta meteo gialla per 13 regioni, dal Veneto alla Sicilia. Ecco, nel dettaglio, cosa succede regione per regione.

Allerta meteo domani: l’elenco delle regioni interessate

Secondo quanto si legge sul sito ufficiale della Protezione civile, è stata diramata allerta meteo per domani, 2 gennaio, a causa delle raffiche di burrasca su Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata e Calabria ionica centro-meridionale, specie lungo i relativi settori appenninici e costieri, ma anche per i temporali in arrivo su un totale di 13 regioni dal Veneto alla Sicilia. Eccole, nel dettaglio, per rischio temporali e idrogeologico:

Abruzzo: Bacino Alto del Sangro, Bacino dell’Aterno, Marsica;
Basilicata: Basi-A2, Basi-E2, Basi-E1, Basi-D, Basi-C;
Calabria: Versante Jonico Meridionale, Versante Tirrenico Meridionale, Versante Jonico Centro-settentrionale, Versante Jionico Centro-meridionale;
Campania: Piana campana, Napoli, Isole e Area vesuviana, Piana Sele e Alto Cilento, Tusciano e Alto Sele, Alto Volturno e Matese, Basso Cilento, Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini;
Emilia Romagna: Montagna emiliana centrale, Collina emiliana centrale, Montagna piacentino-parmense, Bassa collina piacentino-parmense, Alta collina piacentino-parmense, Montagna bolognese;
Lazio: Bacini Costieri Nord, Aniene, Bacini Costieri Sud, Bacino del Liri, Bacino Medio Tevere, Appennino di Rieti, Bacini di Roma;
Molise: Frentani – Sannio – Matese, Alto Volturno – Medio Sangro;
Puglia: Salento, Puglia Centrale Adriatica, Puglia Centrale Bradanica, Bacini del Lato e del Lenne;
Sardegna: Logudoro, Bacini Montevecchio – Pischilappiu;
Sicilia: Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie, Sud-Orientale, versante Stretto di Sicilia, Sud-Orientale, versante ionico, Bacino del Fiume Simeto, Nord-Orientale, versante ionico;
Toscana: Serchio-Costa, Ombrone Gr-Costa, Valdarno Inf., Valdelsa-Valdera, Arno-Costa, Valdichiana, Etruria, Fiora e Albegna, Fiora e Albegna-Costa e Giglio, Isole, Mugello-Val di Sieve, Ombrone Gr-Alto, Ombrone Gr-Medio, Serchio-Garfagnana-Lima, Arno-Casentino, Arno-Valdarno Sup., Arno-Firenze, Bisenzio e Ombrone Pt, Etruria-Costa Nord, Etruria-Costa Sud, Lunigiana, Reno, Romagna-Toscana, Serchio-Lucca, Versilia;
Umbria: Medio Tevere, Chiascio – Topino, Chiani – Paglia, Nera – Corno, Trasimeno – Nestore, Alto Tevere.


Le previsioni meteo del 2 gennaio


Il maltempo che ha caratterizzato gli ultimi giorni del 2020 continuerà anche all’inizio dell’anno nuovo. Mentre le regioni alpine saranno alle prese ancora con abbondanti nevicate, altrove sulla Penisola ci saranno rovesci anche a sfondo temporalesco potranno colpire nel corso della giornata soprattutto il Levante ligure e gran parte del comparto tirrenico, dalla Toscana, al Lazio fino alla Campania. Si registrerà ovunque un calo sensibile delle temperature: farà dunque più freddo e la situazione non migliorerà nei giorni successivi quando è atteso l’arrivo di un vortice di aria gelida dal Circolo Polare Artico.

Commenti