A Metaponto (Matera). Una donna di 26 anni di origini albanesi, in Basilicata per le vacanze, è morta annegata mentre faceva il bagno con la figlia di sei anni.

Dramma al mare sabato mattina nei pressi del lido Nettuno di Metaponto (Matera), una tra le più importanti località balneari della costa jonica lucana. Una giovane donna di 26 anni di origini albanesi, in Basilicata per le vacanze, è morta annegata mentre faceva il bagno con la figlia di sei anni.

I soccorsi – in primis del bagnino che si è accorto delle due persone in difficoltà – sono stati estremamente tempestivi ma vani. Rianimata dai sanitari e trasportata in eliambulanza dal 118 all’ospedale San Carlo di Potenza per la donna non c’è stato nulla da fare. La figlia in base alle informazioni disponibili sarebbe fuori pericolo ed è stata trasportata all’ospedale del capoluogo di regione. Non è chiara la dinamica del dramma, disposta l’autopsia sul corpo della donna per chiarire le cause del decesso.

Morti in mare: drammi a Tavernola, Jesolo e Aspra

Sono numerose le tragedie in mare nelle ultime 48 ore. Sono morti due fratelli di 16 e 17 anni che ieri, venerdì 16 agosto, erano entrati in acqua nel lago d’Iseo, a Tavernola, durante un bagno, sono stati trovati morti. Di origine pachistana, abitavano da tempo ad Azzano San Paolo (Bergamo). Un terzo fratello di 19 anni è stato tratto in salvo.

A Jesolo è stato recuperato il corpo del giovane straniero di 23 anni che a Ferragsto si era tuffato in mare da un pedalò, senza più riemergere. Poche ore prima dramma nel mare di Aspra (Palermo). Un uomo di 60 anni era morto annegato durate un classico bagno di mezzanotte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here