La Metal Blade Records è una casa discografica americana dedita al genere metal.

Il suo fondatore Brian Slagel (classe 1961), amico di Lars Ulrich (batterista dei Metallica), fondò la Metal Blade Records nel 1981 a soli 20 anni. Al momento la major ha sede negli USA, in Germania ed in Giappone.

Inizialmente la casa discografica pubblicò diverse raccolte chiamate Metal Massacre che ha fatto si che molte bands, oggi capisaldi del thrash nel periodo d’oro, siano venute fuori contribuendo così al loro successo (Metallica, Overkill, Slayer etc.).

Metal Blade Records Logo
Metal Blade Records Logo

Nel corrente anno è uscito un libro: For the Sake of Heaviness: The History of Metal Blade, che racconta la nascita della casa discografica e tutta la sua storia. Il libro è stato scritto a quattro mani da Mark Eglington e il fondatore dell’etichetta Brian Slagel.

Circa due mesi fa Su Metal Ireland, Slagel ha lanciato alcuni consigli per le bands emergenti che puntano ad avere successo.

“Innanzitutto, noi non stipuliamo accordi a 360° o cose simili. Non lo abbiamo mai fatto, non credo che sia per nulla corretto.
Credo che le major si stiano disperando nel cercare di risolvere il loro problema nel modo errato. Pian piano sentiamo sempre meno spesso parlare di quel tipo di contratti, considerando anche la diffusione dello streaming, il ché è una cosa positiva ed è esattamente come le cose dovrebbero andare.

Ritengo che per le band emergenti il ruolo di big player lo giocano proprio i social media, che vanno di pari passo con ciò che facciamo noi. Quindi, avere una certa presa sui social è decisamente una cosa necessaria, che vi piaccia oppure no. Diciamo sempre alle band: ‘Se siete attivi, se riuscite a costruire i vostri social, questo vi aiuterà lungo la stada e a costruire una carriera anche lì fuori’.

Un’altra cosa che è davvero importante e che spesso viene trascurata dalle band, è la gavetta. Spesso accade che trovi una band, la metti sotto contratto, inizia a ottenere risultati e all’improvviso se ne viene fuori con cose del tipo: ‘ Com’è che non siamo come i THE BLACK DAHLIA MURDER o i CANNIBAL CORPSE o gli AMON AMARTH? Com’è che non abbiamo un tour bus?’ e altre cose simili. Tutte quelle band hanno iniziato con niente!

Fondamentalmente, sono dell’opinione che se davvero ami la musica, che sia perché sei parte di una band, o che vuoi far partire un’etichetta o qualsiasi altra cosa,  fino a quando lo fai per vera passione verso la musica stessa, alla fine troverai il modo di riuscire con successo e fare funzionare il tuo progetto”.

Brian Sagel fondatore della Metal Blade Records (foto via Metal Injection)
Brian Sagel fondatore della Metal Blade Records (foto via Metal Injection)

Inoltre Brian Slagel continua parlando dei vari servizi streaming di cui le bands possono e devono utilizzare per farsi conoscere: “Stanno iniziando a funzionare. È difficile e capisco cosa intendono quando sento dire ‘ci guadagnamo solo .001 centesimi’. Tuttavia, ci sono almeno un paio di modi diversi per guardare al fenomeno.

Il primo è che stiamo vedendo i nostri introiti provenienti dallo streaming crescere ogni giorno e stiamo arrivando al punto che anche le band iniziano effettivamente ad avere delle vere entrate. Prevediamo che in tre/quattro anni i guadagni derivanti dai servizi di streaming possano divenire cinque o anche dieci volte maggiori di quelli attuali nel 2020-2021.

Se così fosse e questa sembra effettivamente essere la direzione presa, le band faranno più soldi di quanti ne abbiano fatti per un lungo periodo. Guardo a Metal Blade nel suo complesso e se in quattro anni con lo streaming faremo cinque volte quanto facciamo ora, vuol dire che in un anno potremmo fare di più di quanto abbiamo mai fatto prima.

Al momento, pop e hip hop stanno guadagnando tantissimo su questo tipo di cose. Ovviamente parlo dei grossi, ma anche i più piccoli riescono a fare cifre grosse.

Nel nostro settore non siamo ancora riusciti a triplicare perché le etichette metal sono state coinvolte nel business dello streaming solo un paio di anni fa, poiché eravamo in attesa di riuscire a ottenere accordi più vantaggiosi. Sono, però, fermamente convinto che lungo il percorso e abbastanza presto questo fenomeno segnerà una svolta per tutti”.

Insomma il fondadore della major da un’iniezione di fiducia a tutti, ricordando di mantenere i piedi piantati a terra e di lavorare sodo, alla fine gli sforzi verranno ripagati.

Podcast su MetalIreland del messaggio di Brian SlageltalIreland

 

Commenti