Messico: oggi si celebra el Día de la Bandera

0
419

Il 24 febbraio in Messico si celebra il giorno della bandiera, festa istituita nel 1940 per ricordare la firma del Piano di Iguala. Stilato il 24 febbraio del 1821, il Piano avrebbe portato all’ Indipendenza del Messico a seguito di un processo complesso e doloroso cominciato all’inizio del XIX secolo. A firmare il Piano di Iguala furono Agustín de Itrubide e Vicente Guerrero nell’omonima città di Iguala.

La bandiera nata da tale patto fu il primo tricolore nazionale. Composta da linee diagonali di colore bianco, verde e rosso, presentava la corona imperiale incorniciata dalle parole religione, indipendenza e unione simboleggiate rispettivamente dai tre colori. Sia Agustín de Iturbide che Vicente Guerrero sposarono questi tre principi. Liberali e conservatori trovarono così un punto d’incontro nell’intersezione delle tre garanzie. Per questa ragione, il Piano di Iguala venne in seguito soprannominato Trattato Trigarante. Col patto ci si proponeva di stabilire l’indipendenza del Messico dalla Spagna, imporre la religione cattolica e unificare gli eserciti che lottavano nella guerra d’indipendenza.

Il 24 agosto di quello stesso anno, il viceré Juan O’Donojú e Iturbide firmarono il Trattato di Cordoba, che riconosceva il Messico come una nazione indipendente sulla base delle tre garanzie. Un mese dopo, esattamente il 27 settembre, Iturbide entrò trionfalmente a Città del Messico a capo dell’esercito trigarante e il giorno dopo ottenne l’Indipendenza dell’Impero Messicano da parte della giunta provvisoria del governo. Il primo imperatore del Messico fu proprio Agustín de Iturbide.

Anche se la Spagna non ne riconobbe formalmente l’indipendenza fino al 28 aprile del 1836 e anche se successivamente il Messico avrebbe adottato altre bandiere nazionali, la data del 24 febbraio divenne una giornata storica per il Messico e ancora oggi si celebra el Día de la Bandera, bandiera che sfoggiò per prima i simboli culturali, religiosi e storici della complessa e frastagliata identità messicana.

Commenti