Mercedes 400E AMG: la gemma rara dall’Oriente

In vendita ad un'asta una rarissima W124 elaborata importata dal Giappone

0
265
mercedes 400e amg

Le prime Mercedes AMG sono degli oggetti da collezione, essendo estremamente rari. Ma questa Mercedes AMG, una 400 dotata di motore V8 4.2, è davvero speciale, in quanto è importata direttamente dal Giappone. Ed è in vendita all’asta di RM Sotheby’s di Fenton, Missouri, quindi con un po’ di fortuna potrebbe essere vostra. Ve la descriviamo in questo articolo, spiegandovi perché è così preziosa.

Mercedes 400E AMG: cosa la rende così unica?

Il modello in questione è datato 1993, quando AMG era un semplice tuner e non il braccio armato della Mercedes. In quegli anni, la fabbrica di Affalterbach produceva pochissime unità basate sui modelli della Stella, realizzati su richiesta ed acquistati da una clientela ridottissima. Il modello protagonista del nostro articolo appartiene ad una piccola serie destinata al mercato giapponese. Gli esperti stimano che ne esistano soltanto 20 di queste vetture, il che rende ognuno di questi esemplari una mosca bianca. La AMG parte dalla 400E, modello del 1992 dotato del V8 Mercedes di 4 litri. Il progetto del telaio era in comune con la 500E (realizzata dalla Porsche) ma l’assemblaggio era effettuato dalla Mercedes a differenza del modello maggiore. AMG offriva tre livelli di preparazione (Stage), su richiesta. Gli Stage I e II si componevano di sole modifiche estetiche, mentre lo Stage III prevedeva interventi sulla meccanica. Il motore aveva blocco e teste lavorate, con la cilindrata aumentata a 4.2 litri. Le sospensioni erano irrigidite, il cambio migliorato. I terminali di scarico squadrati ed i cerchi BBS “a stella” sono un’esclusiva delle AMG giapponesi.


Mercedes 500 E: auguri alla Porsche a quattro porte


L’esemplare all’asta

Il modello offerto da RM Sotheby’s è datato 1993. La vettura viene dal Giappone ma è stata importata negli Stati Uniti nell’ottobre 2019. Sul suolo americano ha percorso appena 313 miglia (meno di 500 Km), con l’indicatore che ne segna circa 76 mila complessivi. L’esemplare è completamente originale, tranne che per alcune componenti. L’impianto audio McIntosh è un aftermarket, così come i bruttissimi altoparlanti interni JBL. Il cielo è stato rifatto, la manutenzione regolare. Secondo RM Sotheby’s, la vettura vale tra i 60 mila ed i 70 mila dollari, ma il prezzo di riserva dell’asta è di 39 mila dollari. L’offerta più alta si avvicina al prezzo minimo (38 mila), e l’asta si concluderà tra meno di un giorno e mezzo. Curiosamente, pare che la stessa auto sia stata messa in vendita lo scorso gennaio su Cars & Bids, la casa d’aste online fondata dallo youtuber Doug DeMuro. Il venditore era una concessionaria specializzata in auto d’importazione, ed è riuscito a piazzarla per poco meno di 37 mila dollari.


Link all’asta