Facile trovare informazioni su carte e materiali storici con Mèmora

0
218
Mèmora, la piattaforma on line per i beni culturali piemontesi

Archivi, Istituti culturali e musei piemontesi a portata di click con la piattaforma Mèmora. Il progetto che rende fruibili inventari, schede e descrizioni di materiali che fanno parte del patrimonio di conoscenze regionali sarà presentato il prossimo 17 aprile. Un’iniziativa che valorizza le risorse culturali dei territori piemontesi e si avvale della collaborazione di importanti Enti, quali: il museo nazionale del Risorgimento italiano, la Fondazione Luigi Einaudi, il museo nazionale del Cinema, la Fondazione Torino musei, Anai Piemonte e Valle d’Aosta e l’Opera Barolo, oltre alla Compagnia di San Paolo, al Polo del ‘900 e al Csi Piemonte.

Mèmora è un progetto a cui si lavora da alcuni anni e negli ultimi mesi è stato sperimentato da alcune Istituzioni che si occupano di cultura e storia. La piattaforma è stata realizzata usando dei programmi open molto diffusi: l’interfaccia permette una navigazione semplice e immediata tra i numerosi dati inseriti. In un solo sito sono riunite le informazioni che riguardano diverse tipologie di materiali antichi e moderni, dalle carte conservate negli archivi agli oggetti antichi dei musei, per proporre una visione d’insieme del patrimonio culturale piemontese e favorirne l’accesso da parte di studiosi e studenti.

Il Csi Piemonte e il Polo del ‘900 hanno messo le basi per il progetto digitale Mèmora che è ha tra i propri partner anche le Università di Torino e Macerata. Un database che può trovare applicazione in ambito accademico e permette a chiunque di avvicinarsi ai tesori del patrimonio culturale piemontese. Mèmora è infatti pubblica e gratuita, nella migliore tradizione delle risorse del world wide web.
Alla presentazione della piattaforma parteciperanno i rappresentanti di Enti e Istituzioni che illustreranno i dettagli del progetto e i suoi possibili sviluppi. Per seguire la presentazione del progetto è richiesta la registrazione gratuita all’evento entro il 16 aprile on line, cliccando sul link presente sulla pagina del Csi Piemonte dedicata a Mèmora.

Commenti