Meditare ascoltando musica: il kirtan e i mantra

0
242
kirtan

Credo veramente che la musica abbia il potere di cambiare i nostri corpi, le nostre menti e il nostro mondo se semplicemente la ascoltiamo” afferma Liz Meador. Ma non è solo questo. Meditare ascoltando della musica aiuta a concentrarsi. Cosa difficile per molti e che con la musica diventa più facile. Ecco perché il Kirtan è così potente.

Meditare ascoltando la musica cambia il modo in cui ti senti?

Sabato sera, in un momento di estremo coraggio, ho deciso di uscire e andare a una serata Kirtan a Cracovia. Ne avevo viste tante su youtube di sedute kirtan e volevo provare l’esperienza di persona. Medito da anni, ascolto mantra e leggo i Veda. Mi faceva piacere passare un’ora con persone che praticavano come me e che condividevano con me questo interesse. Sono entrata in quella sala convinta di restare ferma, seduta sulla sedia e zitta. La domenica mattina mi sono svegliata senza voce. Ho resistito dal sedermi per terra sul cuscino da meditazione solo perchè non avevo il mio. Meditare ascoltando la musica cambia tutto. Cambia il tuo volto, cambia la tua espressione, cambia il tuo modo di respirare e cambia il modo in cui ti senti.

Le difficoltà della meditazione silenziosa e la meraviglia della meditazione con la musica


Una delle maggiori difficoltà che anche io ho riscontrato quando ho iniziato a meditare è trovare il silenzio. Non basta chiudersi in una stanza, senza rumori e senza distrazioni. Non basta stare in silenzio per 10 minuti. In fondo alla nostra testa ci sarà sempre una vocina che ci suggerisce qualcosa. Ci ricorda del pranzo di domani con i colleghi, ci parla del vestito visto in vetrina ieri, ci dice che la gamba piegata cosi fa male. E’ difficile farla tacere, la vocina. Per farlo dobbiamo distrarla. Il maestro che ha guidato la sessione Kirtan di sabato ha detto che la nostra vocina è come un bambino. E’ inquita e vuole attenzioni continue. Per farla stare tranquilla dobbiamo fare come quando vogliamo fare star buono un bimbo: darle un giocattolo con cui distrarla. Se la facciamo concentrare su qualcosa di specifico non avrà tempo, la vocina, di raccontarci altri. Ecco perchè il Kirtan è cosi potente. Unisce il canto dei mantra con la meditazione, permettendo di concentrarsi più facilmente, perchè la nostra vocina è distratta dalla musica e dalle parole del Mantra.


Mantra sciamanici un libro e un CD di vibrazioni rigeneranti


Cos’è il Kirtan?

Il Kirtan è una pratica spirituale e fa parte di un sistema di Yoga chiamato Mantra Yoga. Letteralmente Kirtan significa la ripetizione continua di un Mantra. A differenza di quanto si pensi la scienza del Mantra Yoga non è limitata esclusivamente alla cultura Indiana. La troviamo in tutte le culture spirituali del mondo. In tutte le pratiche spirituali del mondo la gente si incontra e canti testi sacri. Ma man mano che passava il tempo in occidente è stata dimenticata l’essenza spirituale di queste pratiche e vennero collegate col voodoo o la magia. Oppure sono state considerate inutili poiché la gente aveva perso o dimenticato il loro importante valore spirituale. Al contrario n India i santi e i saggi, gli Yogi e i Sannyas hanno conservato questa grande scienza

La beatitudine interiore e l’unicità di ogni sessione Kirtan

Andare a un incontro Kirtan è un’esperienza che coinvolge tutti i sensi e ogni volta lo fa in modo diverso, dando un risultato diverso. Anche se il Mantra è lo stesso, ma spesso cambiano, il risultato è diverso perchè le persone che cantano insieme cambiano, gli stati d’animo cambiano, le voci cambiano. Quello che invece non cambia mai è il sorriso sul volto di tutti alla fine della sessione. Un senso di calma, pace e tranquillità che fa vedere tutto il resto sotto una luce diversa e riporta sul giusto piano le varie priorità. Diciamo che è una momento di pulizia, in cui si lasciano andare, senza nemmeno accorgersene, i pensieri disturbanti e si da spazio a quelli curativi e rigeneranti. Si da spazio a uno stato d’animo che permette di vedere anche i problemi da un’altra prospettiva. Il mix di toni e suoni terapeutici aiuta a calmare gli ascoltatori e a portarli in un luogo di semplice “essere“.