Medardo Rosso e Bambino Ebreo highlight da Cambi

Doppio appuntamento dedicato alle arti del XX secolo tra opere di aeropittura futurista, dipinti di Renato Guttuso, Emilio Isgrò, Hans Hartung, i fumetti di Andrea Pazienza e Jacovitti e… Susanna tutta panna!

0
210
Medardo Rosso
Medardo Rosso Bambino Ebreo, 1892-1894 circa Cera su gesso

Mercoledì 6 e giovedì 7 luglio, nella sede milanese, Cambi Casa d’aste racconta il Novecento con due appuntamenti speciali tra arte contemporanea e cultura pop. Top lot assoluto del catalogo è un’opera di poco antecedente il XX secolo: Bambino Ebreo (1892-1894) di Medardo Rosso con una stima di 200.000–250.000 €.


Nicolò Castellini Baldissera e il suo design da Cambi


Che artisti sono inseriti in catalogo oltre a Medardo Rosso?

Si comincia con l’asta Arte Moderna e Contemporanea con un ricco catalogo di circa 350 lotti battuto in due tornate: il 6 luglio alle 15 e il 7 alle 10. Tanti i nomi italiani, tra cui Renato Guttuso con la sua Pannocchia quotato 18.000–22.000 €, Aberrazioni di Emilio Isgrò (25.000–35.000 €) e il Missile di Pino Pascali (stima 80.000–120.000 €). Non mancano anche importanti presenze internazionali, Cy Twombly con una litografia offset a colori del valore di 3.000–4.000 € e l’acrilico T1961-H20 di Hans Hartung da 60.000 – 80.000 €.

Un’asta realizzata con un lavoro di ricerca su artisti come Medardo Rosso

Daniele Palazzoli, specialista del Dipartimento di Arte Moderna e Contemporanea. “Quest’asta rappresenta la sintesi di una ricerca, non mi piace venga ridotta semplicemente a una vendita. Preferisco pensarla come il coronamento di un percorso, in cui certamente l’obiettivo è commerciare delle opere d’arte, ma posizionate nel catalogo in modo che si capisca lo sviluppo della storia. Per me si può capire chi siamo solo se sappiamo chi eravamo. Partiamo dall’Aeropittura e il Futurismo con artisti di cui non si sente mai parlare, Gambini, che trovo straordinario. Forse è addirittura la prima volta che una sua opera, Arresto d’elica, stimata 18.000 – 22.000 € viene battuta”.

Cultura Pop

Giovedì 7 luglio, la casa d’aste presenta un appuntamento che dà spazio alla cultura Pop che più di tutto rappresenta la nostra contemporaneità. Il catalogo, composto da quasi un centinaio di lotti, raccoglie personaggi e prodotti della cultura di massa, affiancati a una selezione di fumetti originali provenienti da collezioni private. Nello speciale appuntamento troviamo riproduzioni di brand e beni di consumo, l’Ippopotamo Pampers (100–150 €), il gonfiabile pubblicitario di Susanna tutta panna (100–150 €). Ci sono anche la scultura Bibendum Michelin in bronzo, quotata stima 1.000–1.500 € e una ghiacciaia Coca Cola degli anni ’50 con motore funzionante da 1.200–1.500 €.

Oltre a Medardo Rosso anche lotti di cinema e fumetti

C’è spazio anche per il mondo del cinema con la statua promozionale di King Kong del film del 2005 di Peter Jackson (stima 3.000–5.000 €). La riproduzione di Joker nella versione di Heath Ledger è quotata 3.000–5.000 e a catalogo pure uno Stormtroopper di 2 metri dall’universo Star Wars (5.000–7.000). Una sezione speciale è dedicata ai fumetti con nomi del calibro di Andrea Pazienza (3.500–6.000 €), Massimo Mattioli (1.500-2.500 €), Jacovitti (800–1.300 €). Guido Crepax con la sua Rossochiomata (6.000–10.000 €) rappresenta il top lot assoluto dell’asta. I lotti saranno visibili al pubblico venerdì 1 e sabato 2 luglio, lunedì 4 e martedì 5 luglio, dalle 10 alle 19.

Immagien da cartella stampa.