Meantime di Dsquared2: un inno al contatto fisico la nuova collezione A/I 2021

Dsquared2, con la sua nuova collezione Meantime per l'Autunno-Inverno 2021, ha voluto mettere in risalto l'importanza del contatto fisico e dei legami umani nell'era del distanziamento sociale.

0
294
Meantime Dsquared2 autunno-inverno 2021
Meantime: nuova collezione autunno-inverno 2021 Dsquared2 (foto concessa dall'ufficio stampa).

Dsquared2 ha presentato la campagna per Meantime, la sua nuova collezione per l’Autunno-Inverno 2021. Un’atmosfera poetica che mira a ricordare l’importanza del contatto umano in un periodo come questo, caratterizzato dall’epidemia di coronavirus, che ha costretto l’umanità alla lontananza e alla chiusura.

Blazer autunno 2021: come avere degli abbinamenti cool

Il fotografo Alasdair McLellan ha realizzato delle immagini che evocano nostalgia ma, allo stesso tempo, un desiderio di presente fatto del recupero della gioia di vivere e dei rapporti ravvicinati di amicizia e parentela.

La campagna ha al centro un gruppo eterogeneo di giovani amici che condividono affetto e valori. Il look degli abiti per l’Autunno-Inverno 2021 rappresenta anche un omaggio alla genialità dei due fondatori canadesi del brand, ovvero i gemelli Dean e Dan Caten.

Legami umani e valori in Meantime di Dsquared2

L’unione e il legame amicale nella campagna di Meantime per l’Autunno-Inverno 2021 mette in primo piano il senso del tatto, del legame fisico: dagli sguardi complici agli abbracci, passando ad una stretta di mano, si tratta di gesti dal significato profondo che solo un vero amico può comprendere.

Tutti gesti, questi, che assumono una valenza ancora maggiore se pensiamo al periodo del lockdown e delle restrizioni per il Covid-19. Un clima che genera malinconia, ma che dà anche gioia di fronte alla riscoperta del tocco e della connessione fisica. Un contrasto di sensazioni che si riflette anche nella scelta di realizzare le fotografie in bianco e nero.

Oltre alle immagini c’è anche un testo scritto a mano che aiuta ad approfondire questa situazione. Tramite una pagina di diario, un breve pensiero o una poesia, emergono tutte le emozioni che scaturiscono dai rapporti umani.

E così, la nostalgia che sembra prevalere all’inizio, a poco a poco diventa gratitudine nella consapevolezza che, nonostante questi momenti siano ormai passati, tuttavia sono ancora vivi e possono esistere nel presente. Sullo sfondo un ambiente di campagna che rappresenta sia il simbolo dell’anno e mezzo di emergenza vissuta da tutto il mondo, sia il punto di riferimento per ritrovare insieme la strada verso la ripartenza.