Mattia Pittelli: lo stilista calabrese che ha portato il suo talento oltreoceano

0
3232

Mattia Pittelli è un giovane stilista proveniente dalla provincia di Catanzaro che coltiva la sua passione per la moda da quando era molto piccolo, infatti racconta “mentre tutti i miei amici giocavano con le moto e con le costruzioni, io mi divertivo a creare abiti per le bambole“.

Dopo aver frequentato la scuola media inferiore, Mattia decide di frequentare l’istituto professionale di moda a Siderno, deciso a inseguire i propri sogni nonostante i pregiudizi dei suoi coetanei.                                                                                                                     La città sede della sua scuola è molto distante dalla sua San Sostene e infatti descrive quegli anni come stressanti a livello fisico, ma assolutamente appaganti e gratificanti anche grazie al supporto della sua famiglia e dei suoi amici più cari che lo hanno sempre sostenuto e  incoraggiato a fare sempre meglio.                                                                                        Finite le scuole superiori Mattia ha chiaro più che mai quello che vuole dal suo futuro: diventare uno stilista e organizzare eventi fashion, per questo motivo si reca a milano per frequentare un corso che comprende wedding planning e organizzazione di eventi.

Una volta tornato in Calabria Mattia ha il grande piacere di essere chiamato a organizzare eventi a livello locale, poi la prima grande soddisfazione: riceve un invito a partecipare presso un importante evento di haute couture presso Palazzo Montemartini (RM).                         “Questa esperienza è stata molto importante perché mi ha permesso di vedere materialmente cosa c’è dietro un grande evento fashion, tutte cose che solitamente vengono date per scontate” ha commentato Mattia con lo sguardo tipico di chi fa qualcosa che ama e ci crede veramente.

                                          (foto di Calderoni – Romeo Arena)

La seconda grande gratificazione gli è stata data da una stilista americana, la quale contatta Mattia chiedendogli di collaborare insieme perché gli è giunta voce del suo grande talento.

Oltre agli svariati impegni in programma per quest’estate il giovane stilista sta valutando di organizzare una sfilata per sole modelle curvy, donne che lui ritiene più femminili delle modelle che siamo abituati a vedere in passerella.                                                                 Per Mattia non è importante solo l’abito, ma anche la classe di chi lo indossa e infatti sceglie le sue modelle prima per il portamento, poi per la bellezza. Ha poi aggiunto “Per me la donna è bella già per il fatto di essere donna. Trovo che le donne siano delle rocce per il loro continuo dover lottare contro i pregiudizi della gente ed è per questo che preferisco le sfilate di moda ai concorsi di bellezza.

Adesso i progetti di Mattia sono quelli di aprire un suo atelier di moda al fine di poter realizzare abiti da cerimonia su misura, mettendoci il suo gusto elegante e discreto che si ispira al suo idolo: Versace.

Ho salutato Mattia augurandogli il meglio e ci auguriamo di vederlo presto al fianco dei più grandi stilisti.

 

Commenti