Mattel vince la sfida della sostenibilità nel 2020

0
210

La sfida era di raggiungere il 95% di contenuto riciclato in prodotti e imballaggi. Mattel non ha solo vinto, ma ha superato questo limite.

Qual era l’intento di Mattel?

Lo scorso anno Mattel si era posta l’obiettivo ambizioso di ridurre gli sprechi nei suoi prodotti e nei loro imballaggi. Come dicevamo, la sfida è stata vinta: l’azienda ha raggiunto il 97% di carta e fibra di legno riciclata o certificata dal FSC (Forest Stewardship Council). Un traguardo di tutto rispetto.


Uno Play with Pride il mazzo dedicato alla comunita LGBTQ


Un riconoscimento per l’impegno

L’azienda produttrice di giocattoli è riuscita a concentrarsi sulla massimizzazione del contenuto riciclato post-consumo, e lo ha fatto evitando fibra vergine da fonti controverse e aumentando la percentuale di fibra certificata da una terza parte credibile. Non solo: per il suo impegno, è stata insignita dall’FSC con un Leadership Award 2021 per la sua eccellenza, per due motivi. Il primo è l’uso di prodotti certificati FSC, appunto; il secondo la gestione forestale responsabile.

Una collaborazione lunga un decennio

La convalida di questo riconoscimento viene da Rainforest Alliance, organizzazione internazionale senza scopo di lucro, che collabora con Mattel da un decennio. Quest’ultima continua a supportare l’azienda, lavorando con i suoi fornitori di cartone e aiutandola a raggiungere questo importante risultato. Oltre a questo, l’organizzazione controlla i suoi imballaggi annuali, e l’uso di fibre di legno per fonte, volume e tipo.

Un incentivo alla riforestazione

Non è tutto qui. Mattel conosce l’importanza del ruolo delle foreste nella riduzione di CO2, e per questo porta avanti una seconda partnership: quella con American Forests, che si impegna a riforestare a Los Angeles, dove la società ha la sua sede. Occorre dire che nei quartieri a basso reddito in USA spesso gli alberi sono radi, e ciò impedisce agli abitati di beneficiare di quanto di buono il verde può offrire. La collaborazione di Mattel con American Forests, quindi, ha come obiettivo di migliorare la qualità della vita.

Nuovi obiettivi

La Mattel, però, non ha intenzione di fermarsi. Ha deciso infatti di raggiungere il 100% di materiali plastici riciclati, riciclabili o a base biologica in tutti i prodotti e imballaggi, e questo entro il 2030. Oltre a questo, ha dato il via a nuovi progetti, tra cui Barbie Loves the Ocean (di cui abbiamo parlato a giugno); Drive Toward a Better Future, roadmap per realizzare playset in materiali riciclabili; e Mattel PlayBack, programma di ritiro giocattoli per recuperare i materiali e realizzare nuovi prodotti.

Barbie eco sostenibile per salvare gli oceani