Mattarella contro Boris Johnson: gli italiani sono seri

Mattarella va contro Boris Johnson: "Anche noi italiani amiamo la libertà ma abbiamo a cuore anche la serietà."

0
157
Mattarella contro Boris Johnson

Mattarella contro Boris Johnson dopo le sue ultime dichiarazioni. Il primo ministro britannico aveva detto che il tasso di infezione da coronavirus in Regno Unito è peggiore che in Italia o in Germania, perché i britannici amano di più la propria libertà.

La risposta di Sergio Mattarella è arrivata poco dopo, durante la cerimonia per ricordare Francesco Cossiga: “Pure noi italiani amiamo la libertà, ma abbiamo a cuore anche la serietà.”

Secondo Johnson dipende dal fascismo

Nel parlamento del Regno Unito hanno chiesto a Johnson se le minori infezioni di coronavirus in Italia e in Germania fossero dovute a un miglior sistema di tracciamento. Johnson ha risposto dicendo che la Gran Bretagna è “un paese che ama la libertà e se guardi la storia di questo Paese negli ultimi 300 anni, praticamente ogni progresso, dalla libertà di parola alla democrazia, è derivato da questo.”

Sono emerse subito numerose critiche all’argomentazione del primo ministro. Infatti, dal suo discorso sembra che ci sia una correlazione tra, gli attuali tassi di contagio in Italia e Germania, e le loro esperienze storiche di totalitarismo.

Il vice ministro della Salute, Pierpaolo Sileri, ha commentanto dicendo che “la libertà viene dal rispetto delle regole.” Perfino gran parte della stampa si è interessata alla questione. Massimo Gramellini ha scritto sul Corriere della Sera:”Insomma, se ci mettiamo le maschere qui più che a Londra è perché avevamo Mussolini e non Churchill”.

Il discorso di Mattarella è poi proseguito, cercando di precisare cosa significhi davvero la parola libertà. ” No. La La libertà non è il diritto di far ammalare gli altri. Qualche mese fa morivano 800 persone al giorno, adesso non possiamo rimuovere tutto per rispetto dei defunti, dei sacrifici affrontati dalla gente con comportamenti che ci permettono di guardare con maggior fiducia al futuro. Altrove il rifiuto o l’impossibilità di seguire quei comportamenti sta provocando drammatiche conseguenze.”

Mattarella contro Boris Johnson: perchè abbiamo meno contagi?

Pierpaolo Sileri, ha parlato al The Guardian dicendo di non conoscere il contesto in cui Johnson ha dichiarato quelle parole. Tuttavia, ha poi aggiunto che la maggioranza degli italiani osserva ampiamente le regole. In questo modo possono mantenere la loro vita, fare una vita relativamente normale e allo stesso tempo, garantire una libertà futura.

L’ex ministro della Salute ha paragonato l’atto di indossare una mascherina a quello di indossare un impermeabile o aprire un ombrello quando piove. Infatti, secondo lui, è stata proprio la regola delle mascherine a ridurre i contagi.

“Siamo stati molto rigidi con l’uso di maschere in spazi chiusi e dove il distanziamento fisico è difficile da mantenere. Abbiamo anche gradualmente allentato il blocco. Quindi avere regole rigide oggi rappresenta la vera libertà, la normalità viene dal seguire le regole e non seguirle, secondo me, è contrario alla libertà futura.”

Secondo Sileri inoltre, il lockdown è stato fondamentale per noi. In questo modo abbiamo potuto evitare che l’epidemia avuta nel Nord Italia, si replicasse anche al Sud. “Il fatto che oggi abbiamo numeri bassi non significa che rimarrà sempre così. Speriamo di ottenere un vaccino, ma non sappiamo quando arriverà. Finché non arriverà dovremo dipendere da queste regole. “

Commenti