Material Market: l’arte creativa del dare forma ai rifiuti

0
462
Material Market
Material Market: idee originali per riciclare

In un mondo che ormai da anni lotta contro inquinamento catastrofi ambientali e sovrappopolamento, il riciclaggio è sicuramente una delle azioni più utili per la salvaguardia del pianeta. Lo sa bene il Giappone, uno dei principali stati con elevata densità di popolazione dove il problema dei rifiuti è all’ordine di tutti i giorni. Per questo un negozio di Nishinoura: Material Market, ha deciso di contribuire aprendo un’attività di riciclaggio dei rifiuti.

Cos’è Material Market?

In una tranquilla strada laterale della cittadina di Nishinoura spicca particolarmente un insolito negozietto. A prima vista la facciata di vetro, le pareti bianche e gli scaffali in legno danno l’idea di un negozio di design minimalista. Tuttavia una volta dentro gli oggetti prendono una forma completamente diversa dalla prima impressione. Ogni articolo è uno scarto o sottoprodotto selezionato per dar vita a incredibili forme di creatività. Dai coni a forma di vaso ottenuti da bobine delle macchine da cucire, a piattini ottenuti da biscotti di ceramica, tutto viene creato per dar forma ai rifiuti.

L’iniziativa

Usare gli scarti per realizzare i prodotti non è così semplice ed economico come appare. Ci vuole maestria per manipolare i rifiuti tra i difetti e le forme insolite. Inoltre le attrezzature e il tempo e l’abilità impiegati si rivelano un processo costoso. La graphic designer Mutsumi Kubo e suo marito Tetsuya sono fra i 5 membri fondatori del Material Market e spiegano: “I disastri naturali in Giappone spesso colpiscono le imprese e la loro produzione. Questo è uno dei motivi per cui abbiamo pensato che vendere gli scarti come materiali per ispirare le persone, sarebbe stato un modo migliore per incoraggiare il riciclaggio dei rifiuti“. Ci sono varie iniziative giapponesi che hanno avuto successo nel riciclare i materiali tuttavia il Material Market è una delle poche iniziative in Giappone che offre l’accesso a queste materie prime di scarto.

La produzione degli oggetti

Material Market si occupa di artigiani e piccoli produttori. Tutti i membri del team operano nelle industrie creative e lavorano a con i produttori che si occupano della lavorazione artigianale dettagliata. Il fascino di quest’iniziativa sta nella cura e nello stile di presentazione degli oggetti esposti con confezioni accattivanti e ornamenti creativi. Come spiega Mutsumi: “Alcuni ritagli provengono da fabbriche mobili mentre alcuni blocchi con punte sono sezioni rimanenti dalla produzione di forchette di legno“. Molti oggetti sono anche etichettati con alcune informazioni sulla loro provenienza per fornire agli acquirenti ogni dettaglio sul prodotto.

I progetti futuri di Material Market

Grazie ai media locali, i turisti durante le gite includono una visita al negozio per vedere gli insoliti oggetti in vendita. L’aspirazione di Material Market è quella di espandersi a livello nazionale per contribuire a rendere il riciclaggio un’attività quotidiana. Anche se per ora la produzione è focalizzata a livello locale per Mutsumi sarebbe un grande risultato vendere il materiale in tutto il Giappone. Prima del Covid il negozio proponeva laboratori per realizzare creazioni con gli strumenti del Material Market. Mutsumi spiega: “Non teniamo laboratori al momento, ma permettiamo ai bambini di fermarsi al rientro da scuola per poter usare gratuitamente gli scarti dei nostri prodotti“. Un ottimo modo per permettere anche ai più piccoli di dar sfogo alla loro creatività.