Massafra, Luccarelli (Idea): soddisfatti per il Parco “Madre Teresa di Calcutta”

0
68

Il coordinatore cittadino di “Idea – Popolo e Libertà” di Massafra (Ta) Nicola Luccarelli si dice soddisfatto per l’affidamento del Parco “Madre Teresa di Calcutta”.

MASSAFRA – Nicola Luccarelli, coordinatore cittadino di “Idea – Popolo e Libertà” ha espresso in una nota pubblica la sua soddisfazione per l’affidamento della gestione condivisa del bene pubblico “Parco Madre Teresa di Calcutta” al comitato di Quartiere omonimo, come stabilito dalla delibera di giunta del 9 aprile 2019 e attuato dalla determina del 27 maggio 2019.

Per Luccarelli la gestione condivisa vedrà, da una parte, l’associazione curare, in maniera volontaria e gratuita, come da essa proposto, la custodia, la pulizia, la piccola manutenzione e la calendarizzazione di eventi, anche di altri soggetti, nel Parco e, dall’altra parte, il Comune fornire utenze, materiali di consumo e dispositivi di protezione. Tutto questo per la durata di due anni, rinnovabili in base alla valutazione dell’attività svolta.

Si tratta dell’ulteriore applicazione di uno strumento innovativo di Cittadinanza Attiva che il Comune di Massafra ha introdotto con il “Regolamento sulla collaborazione tra Cittadini e Amministrazioni per la cura, rigenerazione e gestione condivisa dei beni comuni urbani”, approvato con deliberazione del Consiglio Comunale 14 settembre 2017 n. 74, fortemente voluto dall’Amministrazione del Sindaco Quarto e predisposto con la fattiva cooperazione del Consigliere di IDEA Antonio Ciaurro, delegato ai Procedimenti e al Contenzioso, e degli amministratori di Sinistra Italiana Assessore Tonia Di Gregorio e Consigliere Savino Lattanzio, delegati all’Ambiente e alla Partecipazione.

Tale disciplina, insieme ai previsti “Patti di Collaborazione”, rappresenta per Luccarelli l’“esempio concreto e lampante di amministrazione condivisa, modello organizzativo che, attuando il principio costituzionale di sussidiarietà orizzontale, dal 2001 esplicitato nell’articolo 118, consente a Cittadini ed Amministrazione di svolgere, su un piano paritario o integrato, attività di esclusivo interesse generale”.

La varietà di tipi di “Patti di Collaborazione” consentirà di coprire vaste aree di intervento, da quelli più modesti e contenuti, con i “Patti di Collaborazione ordinari”, ad oggetto, esemplificando, pulizie, manutenzioni piccole, giardinaggio, allestimenti, animazioni, formazione etc., a quelli più consistenti e articolati, con i “Patti di Collaborazione complessi”.

In base alla entità del Patto, andrò a regolarsi anche la consistenza della corrispondente procedura di istruttoria e di approvazione, semplificata o meno.

La gestione condivisa di beni comuni a Massafra ha trovato la sua prima applicazione con il Campo sportivo polivalente “Antonio Bardaro” di Via per Martina Franca, inaugurato il 28 luglio 2018. Ora viene ad interessare il Parco Madre Teresa di Calcutta, una superficie di circa 22.500 mq. a notevole valore ambientale e paesaggistico, ricadente in area protetta e vincolata, che finora non ha ricevuto adeguata fruizione, per precedenti provvedimenti che lo hanno interessato e per problematiche di accessibilità e messa in sicurezza.

E tale modalità di gestione potrà coinvolgere tanti altri beni, quali le “Little Free Library”, le “piccole biblioteche libere” ricavate da casette in legno installate all’aperto in vari punti della Città, la cui prima è stata inaugurata il 31 maggio 2019 scorso al Lungovalle “Niccolò Andria”.

Dall’Amministrazione, “Idea” si aspetta, stando alle parole del suo coordinatore cittadino, sempre più propulsione a questo strumento, tra l’altro formando il previsto elenco dei beni in tal modo gestibili, organizzando momenti di promozione e formazione al riguardo e, comunque, sostenendo, nella maniera più effettiva ed efficace possibile, i cittadini che intraprendono tali iniziative, specie se ambiziose come quella del Parco.

“È un passo importante – conclude Luccarelli – perché i Cittadini siano protagonisti attivi della comunità. Dalla cura di uno spazio comune ad iniziative di inclusione sociale, il Cittadino reca benefici al contesto urbano, sviluppa la propria personalità, potenzia legami e senso di comunità. In ciò, noi di IDEA – Popolo e Libertà, crediamo con convinzione, secondo anche la nostra visione della Politica: dal Cittadino alla Comunità per il bene di ognuno e di tutti, nell’interesse generale”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here