Marvin Vettori: la speranza dell’Italia nell’Ultimate Fighting Championship

0
485

Marvin Vettori è probabilmente il peso medio connazionale più forte in circolazione, tanto da essere uno degli atleti di punta delle federazione UFC. Attualmente, l’Italia punta molto sul talento e la personalità di uno dei suoi migliori combattenti attuali sono numerosi i fan che vedono in lui un futuro “champion” della disciplina. Il carisma e lo stile di combattimento hanno presto conquistato il cuore degli estimatori delle arti marziali miste: senza margine di errore alcuno, è possibile affibbiargli il “titolo” di lottatore italiano più importante di sempre nella categoria medi e mediomassimi in quel dell’MMA (sigla che sta per Mixed Martial Arts). 

Caratteristiche tecniche

L’atleta ha messo in mostra le sue doti tecniche fin dall’esordio; sono state le sue capacità ad alimentare le speranze dell’Italia riguardo la sua permanenza effettiva nei ranghi dell’UFC. L’MMA è uno sport che richiede un enorme sacrificio e uno sforzo altrettanto ingombrante negl’allenamenti; è dunque lecito presupporre che Vettori abbia affiancato all’indiscutibile talento, delle sessioni di sfiancante training. Analizziamo meglio nel dettaglio lo stile e ciò di cui è ampiamente capace. Principalmente, concilia assaltanti tecniche di boxe a mosse di sottomissione capaci di sfiancare l’avversario attraverso asfissianti prese. Oltre alle due già citate arti, il suo repertorio marziale ha trovato illustre spazio per il Jiu Jitsu brasiliano, di cui è attualmente cintura marrone. Giusto sottolineare che è proprio ammaestrando questi tre modi differenti di approcciare e di combattere l’opponente, che è riuscito a ottenere stratosferiche vittorie, talora mandando k.o gli avversari. Grazie alla sua esplosività da grappler, riesce a sferrare colpi decisivi in qualsiasi momento del match, sprigionando una forza tale da rendere più che giustizia alla concitazione del combattimento corpo a corpo. Infatti, adopera le sue tecniche di sottomissione imponendosi previamente sul rivale e acquistando, dunque, una posizione di importantissimo vantaggio. Ora come ora, per merito delle sue incredibili forza, resistenza ed esplosività muscolare che gli hanno permesso di vincere incontri numerosi e duri, è classificato terzo nel ranking UFC  pesi medi.

L’allenatore

Dietro un grande combattente ci deve essere sempre un grande allenatore. Il talento e la forza non possono essere ritenuti “pericolosi” se peccano di controllo. Vettori si è affiancato all’allenatore Rafael Cordeiro, di cui ha più volte tesso le lodi durante le sue interviste. Non ci sbilanciamo allorché asseriamo che il signor Cordeiro possa essere considerato come un top trainer nell’ambito delle AMM (italianizzando il termine). Oltre a fornire l’allenamento giusto che esalta le doti tecniche e fisiche del lottatore, Cordeiro consiglia al pupillo le strategie adatte da sfruttare durante gl’incontri. Gl’avversari vengono meticolosamente studiati e con essi il loro modo di attaccare, di difendere e di porsi in guardia. In questo sport, è necessario allenare anche la mente, oltre che il corpo e le abilità.  Persino quando si trova a combattere, Rafael Cordeiro, attentamente all’angolo di giovane, l’invoglia a dare il meglio e a seguire le tattiche studiate.

Il team

Per competere a certi livelli è necessario affidarsi a grandi professionisti, i migliori sulla piazza, o si corre il rischio di non risultare totalmente preparati; oltre all’allenatore Rafael Correiro, M.V. può contare sull’apporto di altri esperti che l’aiutano nella preparazione atletica, tattica e tecnica. Insomma, oltre a esser un grande lottatore e orgoglio dell’Italia intera, è spalleggiato da integerrimi e altrettanto estrosi trainers. Andiamo a conoscerli un po’ meglio.

Romulo Barral è stato uno dei migliori lottatori del Jiu Jitsu: ha vinto ben 5 titoli mondiali IBJJF, un titolo europeo e 1 titolo panamericano IBJJF.

Markus Mollica è un wrestler All American e vincitore di un titolo nazionale Stati Uniti.

Julian Chua è un ex allenatore che ha avuto sotto la propria maestosa ala campioni di boxe del calibro di Gilberto Ramirez. A lui è affidata la fase di striking.

Chase Chicos è il preparatore atletico che si dedica all’ottimizzazione fisica dell’atleta. Gli propone esercizi mirati, aiutandolo a ottenere una forma fisica resistente a colpi e devastante in fase di assalto.

Matteo Capodaglio, nutrizionista personale dell’atleta, stila lui la giusta dieta da seguire. L’importanza di ciò che mangia un combattente a questi livelli è comparabile al perfezionamento di tecnica e stamina. Sottovalutare il dato aspetto, equivarrebbe a dare un sonoro vantaggio agli avversari.

La carriera

Sono in pochi a saperlo, ma Vettori è stato il più giovane italiano a debuttare nell’UFC, nonché il più giovane a combattere per un titolo: l’incontro è avvenuto a giugno dello scorso anno, in Arizona, ed è stato seguito mondialmente, tanto da essere uno degl’eventi più scommessi sul sito Casino Winspark. L’avversario, il nigeriano Israel Adesanya, è riuscito a conservare il titolo battendolo ai punti, nonostante la faida tra i due sia stata ampiamente controllata dal professionista nostrano che ha sfiorato la vittoria con una delle sue prese di sottomissione. L’atleta campione in carica si è tuttavia ben divincolato ed è riuscito a conservare la corona offrendo, poi, una prestazione che certamente verrà ricordata.

Vita privata

The Italain dream (così soprannominato da molti) si è trasferito in Inghilterra a venti anni, dove, oltre a lavorare per Hollister e a ottenere il brevetto di buttafuori, si è allenato nella London Shootfighters, palestra londinese molto nota. Ha fatto molto parlare la relazione con la nota ex diva WWE, Kelly Kelly (nome d’arte). Vettori è molto famoso per le sue dichiarazioni avvenute in contesti non sportivi, ognuna delle quali largamente appoggiata dalla stampa e dai fan. Impossibile non ricordare la dura posizione che prese contro la violenza perpetrata da pseudo combattenti di arti marziali contro persone non addestrate al combattimento: all’epoca delle affermazioni, vi era stato l’omicidio indicibile di Willy Duarte, un delitto che aveva scosso l’Italia intera.

Cosa manca a Marvin Vettori?

Potenza, tecnica, esplosività, intelligenza  e un’incredibile passione per ciò che fa. A questo fighter UFC manca soltanto il titolo.

Scommesse Marvin Vettori in Ultimate Fighting

È possibile scommettere sugli esiti sportivi dell’atleta collegandosi a siti come: 22bet, Fezbet, 20bet e 1bet. Questi sono siti casinò non aams paysafecard. I siti sono gestiti dai migliori bookmakers in circolazione e le quote sono sempre aggiornate.

Si può diventare un buon fighter di MMA restando in Italia?

Secondo il coach nutrizionista del fighter, negli USA c’è molta più competizione che in Italia; il successo in terra americana, però, non è garantito, anche se si è talentuosi. Il segreto per sfondare nella disciplina, dunque, è quello di essere costanti e di saper sfruttare le opportunità che si ottengono. La disciplina, in America, ricorda molto di più un business, e l’atleta che ne fa parte non è considerato come un gladiatore che picchia e si fa picchiare per ottenere del denaro.

Conclusioni

In sostanza, Vettori è un prospetto e un atleta già pienamente formato allo stesso tempo. Un combattente che si appresta a lasciare il segno nell’UFC. L’Italia conta molto su di lui e sugli altri fighter italiano, come Di Chirico, che stanno ben figurando nelle arti marziali. L’auspicio è che un giorno riescano a conquistare il titolo che meritano.