Martedì letterari a Sanremo: ospite Stefano Zecchi

La rassegna del teatro dell'opera del casinò accoglie autori e ricercatori nel salotto culturale

0
330

Lo scrittore e saggista Stefano Zecchi inaugura gli appuntamenti della rassegna Martedì letterari a Sanremo. Dal 12 ottobre il casinò ospita personalità del panorama letterario e culturale.


Bindo Chiurlo: la letteratura ladina del Friuli


Cosa propongono i Martedì letterari a Sanremo?

Il consigliere del Cda del casinò di Sanremo, Barbara Biale, parla dell’iniziativa come di un valore aggiunto per la casa da gioco. “Tornano i Martedì letterari, momenti culturali che il nostro affezionato pubblico ha atteso. Sono tante proposte di interesse che spaziano dalla narrativa contemporanea ai temi storici alla sostenibilità. L’unica finalità è onorare la tradizione, il brand, guardando al futuro e alle aspettative di chi frequenta il nostro teatro. Un luogo spesso simile ad un cenacolo dove il confronto è sinonimo di continua crescita”.

Stefano Zecchi e il libro “Anime nascoste” 

Il primo appuntamento è il 12 ottobre alle 16.30 al Teatro dell’opera del Casinò con Stefano Zecchi e il suo libro. Introducono l’autore Carlo Sburlati e Marzia Taruffi, curatrice della rassegna. Il titolo racconta le vicende di Lorenzo, un antiquario che incontra Barbara, affascinante compositrice di musica per teatro. L’intesa è immediata e l’incontro fortuito matura, pur tra le ombre degli amori passati coi ricordi felici e le ferite non sempre rimarginate. La protagonista non cancella la memoria del marito, e lui quella meno definita, però ingombrante, di Gloria. Lorenzo decide di incontrarla per sciogliere i nodi che continuano a fremere nel suo presente. Parte così per Parigi e il viaggio in treno è l’occasione per ripercorrere la propria vita, dall’infanzia a Venezia, fino al trasferimento per Milano. Stefano Zecchi ci consegna il ritratto lucido e appassionato di una generazione incendiaria e incendiata, una storia di formazione letteraria e politica.

La scienza dei cambiamenti climatici ai Martedì letterari a Sanremo

Il 19 ottobre l’appuntamento è con la scienza. Gabriele Beccaria, giornalista scientifico, penna di “La Stampa”, e Massimo Inguscio, Presidente del CNR il saggio ” Come potrebbe essere il domani”. Uno sguardo sulla certezza che il ritorno allo studio scientifica rigorosa sia uno strumento valido per far fronte a questa nuova epoca di cambiamenti. In un’epoca di sconvolgimenti globali, la scienza è il filo d’Arianna. Solo la fiducia collettiva e gli investimenti nella ricerca guiderà la società fuori dal labirinto, proiettandoci verso il futuro. Gli ospiti parlano di intelligenza artificiale, super-computer, tecnologie quantistiche, biomedicina, climatologia, bio-economia, digital humanities. È un viaggio verso un domani che prende forma ora e che ha bisogno della libera creatività di ricercatori e strategie imprenditoriali.

Premio letterario “Casinò di Sanremo Antonio Semeria”

Venerdì 22 ottobre alle 17 è in programma l’anteprima della cerimonia del Premio letterario “Casinò di Sanremo Antonio Semeria”. Il riconoscimento andrà al poeta e scrittore Giuseppe Conte, mentre lo scrittore Mauro Mazza presenterà ” Diario dell’ultima notte”. Sabato 23 ottobre alle 17 si riunirà la giuria popolare per decretare i vincitori della sezione “Inediti”. Il romanzo racconta gli ultimi mesi di Galeazzo Ciano, dal Gran Consiglio del 25 luglio 1943 alla sua condanna a morte l’11 gennaio 1944. Detenuto nel carcere di Verona, conosce Frau Beetz, giovane e attraente tedesca con cui vive una struggente e intensa storia d’amore. Fa da contrappunto il diario del giovane friulano Antonio Basso, giovane fascista appena diplomato maestro. Nel 1944 Basso annota, nel 1978, alcune sue impressioni sul delitto Moro, tracciando un parallelo le tragiche vicende.

“Bolle di sapone” di Marco Mavaldi

Il 26 ottobre sarà al teatro dell’opera Marco Malvaldi con “Bolle di sapone”. Nella commedia gialla di Marco Malvaldi, ambientata in pieno lockdown, i Vecchietti del BarLume sono sottili risolutori. Il loro sguardo è più che mai penetrante nelle ingiustizie sociali e nelle diseguaglianze messe in risalto dal momento tremendo. Una strana doppia morte di due anziani coniugi in Calabria riaccende il gruppo. Lui, proprietario di una catena di pizzerie, colpito da una fucilata mentre era in coda al supermercato; forse criminalità organizzata. La moglie è morta per una ingestione di botulino. Risolvono in smart working un intrigo a più piani.

Storia di musica e aspirazioni

Venerdì 29 ottobre alle 18.30 ci sarà la presentazione di “Rockonti. Storie ai confini tra fantasia e realtà“. SOno Ventiquattro racconti fatti di musica e sogno. Così li descrive Massimo Bonelli. «Ho collaborato con centinaia di artisti e con loro ho vissuto momenti straordinari, avventure, successi e insuccessi». Tra i protagonisti del libro: Bob Dylan, Paul McCartney, Rolling Stones, Bruce Springsteen, Pink Floyd, David Bowie, Limahl, Grace Slick. Tra le pagine scorrono anche molti dei luoghi del rock: Woodstock, Ventura Highway, Londra, l’Hunky Dory, Monterey, San Francisco, New York, Milano.

Martedì letterari a Sanremo anche a novembre

La rassegna prosegue anche a novembre con Heddi Goodrich, Oscar Farinetti e Franco Forte. Il 9 alle 16.30 partecipa per la prima volta ai “Martedì letterari” Heddi Goodrich col romanzo d’esordio “Perduti nei quartieri spagnoli”. Frida ha sedici anni quando dall’Illinois approda a Castellammare di Stabia per uno scambio culturale. È un mondo di contrasti quello che la aspetta, in cui gli opposti interagiscono e si completano, proprio come nel Tao. Un anno di scuola e di vita in una famiglia italiana rappresenteranno per lei una stagione di scoperte, entusiasmo, amore, dolore.

Oscar Farinetti al teatro Ariston

Appuntamento il 16 novembre alle 16.30 nella cornice del Teatro Ariston con Oscar Farinetti, fondatore di Eataly. L’autore parla al pubblico del libro ”Never Quiet. La mia storia (autorizzata malvolentieri)”. Con lui il sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri, l’imprenditore Franco Boeri, Marzia Taruffi, Walter Vachino. Dai primi anni a fianco del padre fino alla sua rocambolesca esperienza da leader, ci mostra cosa significa per lui “fare impresa”. La storia dimostra infatti quanto sia importante la squadra con cui si sceglie di lavorare.

Franco Forte e “L’uranio di Mussolini”

A concludere la rassegna il 23 novembre alle 16.30 ci sarà lo scrittore Franco Forte, con “L’uranio di Mussolini”. Per Mediaset ha scritto le serie Tv “Distretto di Polizia” e “RIS: Delitti imperfetti“ e la sceneggiatura del film TV “Giulio Cesare“. Ragusa, 1934. Il commissario Vincenzo Ibla, investigatore all’apparenza indolente, si reca nelle cave di Spaccaforno. Tra le rocce c’era un cadavere, ma è al confine di due giurisdizioni, e le Questure devono decidere chi si occuperà delle indagini. Appena vede la salma, però, Ibla capisce che il caso è suo, perché la vittima è Vittorio Borgia, un suo vecchio compagno d’armi. Sembra un semplice omicidio passionale, ma i possibili moventi dietro l’omicidio di Vittorio si ramificano in intrighi sempre più oscuri e complessi.