Maria vergine corredentrice? Il Papa impone il no

0
387
L'ammissione del Papa:

Maria vergine corredentrice è un dogma che si cerca di istituire da diverso tempo. Il punto, che una certa corrente della Chiesa cattolica, è che sposterebbe notevolmente la struttura spirituale del cattolicesimo.

Maria vergine corredentrice è un affare?

Per la terza volta dall’inizio del pontificato il Papa ha escluso con fermezza la possibilità di proclamare la natura corredentrice della Madonna. La dichiarazione è netta: “Maria è la madre alla quale Gesù ha affidato tutti noi, ma come madre, non come dea, non come corredentrice: come madre“. Dal punto di vista spirituale, la posizione di Francesco I è giusta e rispettosa nel riguardo dell’ortodossia. Del resto, in questi ultimi giorni, molti hanno tradito Bergoglio, acclamando all’ortodossia riguardo alle unioni gay. Quindi possiamo dire, che questa corrente mariana deve essere molto riconoscente al Papa, che ha dimostrato, con questa scelta, di rispettare la tanto acclamata ortodossia cattolica. Francesco ha ribadito: “Gesù è l’unico redentore, non ci sono corredentori con Cristo, lui è l’unico, è il mediatore per eccellenza“.


Papa incontra Premier ucraino: di cosa hanno discusso?


La Chiesa cristiana non è più cristiana

Per l’ennesima volta, molti faccendieri della Chiesa, cercano di mettere carne sul fuoco riguardo chi da creatura diventa dio. Questo aspetto ha portato il cattolicesimo mondiale a diventare santeria. Ormai la Chiesa cristiana, nata cristocentrica, si è trasformata in cristiana, mariana, devota al culto dei santi come fossero Cristo stesso. Insomma tanti tanti Cristi da pregare, sia come intercessori che come distributori di grazie. Maria vergine corredentrice sarebbe un errore pesantissimo, perché anche se madre di Gesù, anche se assunta in cielo, anche se innalzata nelle lodi del cielo, rimane sempre creatura. La promozione di Maria, aprirebbe il rischio del dibattere su: perché Padre Pio no?