Margaret Thatcher – la lady di ferro del Regno Unito

95 anni fa nasceva Margaret Thatcher, primo premier britannico donna degli anni Ottanta

0
594
Margaret Thatcher

Il 13 ottobre 1925 nasceva Margaret Thatcher. Fu la prima donna a ricoprire la carica di Primo Ministro del Regno Unito. Venne eletta negli anni Ottanta. Era soprannominata la lady di ferro, per il suo polso fermo e per la decisione con cui portò avanti le sue riforme. Ebbe un rapporto di fiducia con il presidente americano Ronald Reagan. Insieme crearono l’alleanza liberista che segnò gli anni Ottanta.

Margaret Thatcher, la lady di ferro

Margaret Thatcher nasce il 13 ottobre del 1925, da due proprietari di un negozio di alimentari a Grantham. Grazie a una borsa di studio, si laurea in Scienze e Chimica all’università di Oxford.

Dal 1947 al 1951, la Thatcher si dedica alla ricerca come chimico. Ma nel 1953, decide di studiare e specializzarsi in Diritto Tributario.

Nel dicembre del 1951 sposa Dennis Thatcher, dal quale ha due figli, Carol e Mark.

Gli inizi della carriera politica

La sua carriera politica inizia prestissimo. Infatti nel 1959, a soli 34 anni, si unisce al Partito Conservatore e viene eletta deputata della Camera dei Comuni. Da lì in avanti, la sua carriera politica è inarrestabile.

Dal 1970 al 1974, la Thatcher è ministro della Pubblica Istruzione e degli Affari Scientifici. Durante questo periodo, genera subito le prime proteste, quando abolisce il latte gratuito nelle scuole. Nel 1975, sfida il leader del partito conservatore Healt, e riesce a conquistare la leadership e a diventare la prima donna a guidare uno dei principali partiti politici in Gran Bretagna.

Quattro anni dopo, Margaret Thatcher conduce il suo partito alla vittoria, promettendo di fermare il declino economico e di ridurre il declino dello Stato.

Margaret Thatcher è il primo premier donna del Regno Unito

Il 4 maggio del 1979, Margaret Thatcher giura come Primo Ministro del Regno Unito di Gran Bretagna. È la prima donna a ricoprire questo ruolo.

La premier fonda la sua politica sull’idea che la società non esista. Per lei ci sono solo individui, uomini e donne, e ci sono famiglie. È così il precursore del liberalismo europeo. La cosiddetta “purga thatcheriana” consiste nella deregolamentazione del lavoro e dei mercati del capitale, nonché nella privatizzazione delle industrie nazionalizzate dallo Stato dopo la guerra.

La Thatcher dichiara: “Abbiamo ridotto il deficit governativo, e abbiamo ripagato il debito. Abbiamo fortemente tagliato la tassa sul reddito di base e anche le tasse più alte. E per far ciò, abbiamo saldamente ridotto la spesa pubblica come percentuale del prodotto nazionale. Abbiamo riformato la legge sui sindacati e i regolamenti inutili. Abbiamo creato un circolo virtuoso: tirando indietro il governo, abbiamo lasciato più spazio al settore privato. E così, tale settore ha generato più crescita, il che a sua volta ha permesso solide finanze e tasse basse”.

La lady di ferro

Margaret Thatcher è soprannominata la lady di ferro, per il suo polso fermo e per la determinazione con la quale ha sempre portato avanti le sue riforme. Il suo pugno di ferro si vede in politica estera, dove decide di ingaggiare una guerra per mantenere il dominio sulle isole Falkland. Nel giugno del 1982, la Thatcher mantiene la promessa e vince la guerra.

Nel 1983, la lady di ferro riesce a conquistare un secondo mandato.

La premier risulta però essere popolare tanto quanto odiata, specialmente dalla working class. Nell’ottobre 1984, i terroristi repubblicani irlandesi dell’IRA organizzano un attentato contro di lei. Mettono una bomba nell’albergo a Brighton, dove la donna alloggia per un congresso. Nell’attentato muoiono quattro persone, ma lei ne esce illesa.

I rapporti diplomatici con Ronald Reagan

Nel 1987, è rieletta per il terzo mandato, divenendo così il Primo Ministro del ventesimo secolo a mantenere la carica così a lungo.

Durante gli anni della sua amministrazione, la Thatcher forma una grande alleanza con il presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan. I diplomatici del Regno Unito, quando Reagan viene eletto, pensano che quest’ultimo non sia all’altezza del suo incarico. Ma la lady di ferro gli concede la sua fiducia, e diventa così un suo solido partner sulla scena internazionale. Insieme, infatti contribuiscono alla fine della Guerra Fredda.

A novembre del 1990, a causa dei contrasti con il suo partito, Margaret Thatcher decide di dimettersi, e di lasciare il 10 di Downing Street. A succederle è il suo ex pupillo John Mayor.

La donna passa i suoi ultimi anni affetta da demenza. L’8 aprile del 2013, Margaret Thatcher muore a causa di un ictus.


Margaret Thatcher è primo ministro in UK

Commenti