Marche: didattica a distanza alle superiori al 100% dal 3 Novembre

Le scuole superiori marchigiane adotteranno la didattica a distanza, per tutti gli alunni, un partire da martedì 3 novembre

0
801
marche didattica a distanza

Dal 3 Novembre nelle Marche didattica a distanza al 100% nelle scuole superiori. Questa l’ordinanza firmata nella mattinata dal presidente della Regione Francesco Acquaroli.

Marche con didattica a distanza al 100% nelle scuole superiori

Il Governo ha previsto nell’ultimo Dpcm la didattica a distanza per le scuole superiori per almeno il 75% e dato alle Regioni la possibilità di arrivare al 100%. E così il presidente, visto la criticità dei casi positivi ha previsto con ordinanza questa disposizione.

Le scuole superiori marchigiane adotteranno la didattica a distanza, per tutti gli alunni, a partire da martedì 3 novembre. Le istituzioni secondarie di secondo grado, statali e paritarie, proseguiranno le lezioni “da remoto” (didattica digitale integrata) al 100 per cento. Rimane aperta la possibilità di svolgere laboratori previsti da ordinamenti e lezioni per gli alunni con bisogni educativi. E non manca l’attenzione posta ai bisogni speciali per quelli che hanno difficoltà di collegamento telematico dal proprio domicilio.

Qual è la situazione nella scuola?

È un punto che assumiamo con la consapevolezza di dover contrastare lo sviluppo della pandemia” commenta Francesco Acquaroli. “I dati nell’ultimo rapporto di monitoraggio hanno almeno 555 casi di positività al Covid-19 ascrivibili a studenti. A questi si aggiungono 183 del personale della scuola. Una situazione di critica, un livello territoriale, che impone massimo attenzione anche nel settore e l’adozione di misure più stringenti”.

Nonostante questo provvedimento resta alta l’attenzione per la scuola. “Ci tengo a sottolineare” ha sottolineato l’assessore all’istruzione Giorgia Latini” che resta massima l’attenzione dell’uomo per le scuole. E soprattutto nei confronti di particolarità di studenti per le quali è la possibilità della frequenza in presenza a scuola. Inoltre manteniamo la possibilità di svolgere in presenza i laboratori e le verifiche scritte”.

Attenzione massima, dunque, per i bisogni e le problematiche del territorio, che rimangono al centro dell’ ordinanza con didattica a distanza al 100%. Nessuno deve sentirsi escluso nei bisogni di istruzione nella regione Marche.

Commenti