Mappa letteraria del mondo: in quale libro ti trovi?

0
319

Per ogni libro una nazione: la mappa letteraria del mondo

Assegnare ad ogni luogo il titolo di un libro non è di certo una notizia senza precedenti, eppure ogni volta suscita curiosità. L’idea questa volta è di Backforward24, lo pseudonimo di un utente il cui lavoro è diventato famoso per la sua originalità: egli ha utilizzato un metodo innovativo, attribuendo ad ogni Paese un titolo contemporaneo o ben lontano dai classici che siamo portati automaticamente a pensare quando ci riferiamo ad un determinato luogo.

Ad ogni nazione un romanzo composto da un autore originario del luogo:

  • Russia: Guerra e pace di Tolstoj
  • Francia: I miserabili di Victor Hugo
  • Spagna: L’ombra del vento di Carlos Ruiz Zafón
  • InghilterraOrgoglio e pregiudizio di Jane Austen
  • Irlanda: l’Ulisse di Joyce
  • SveziaUomini che odiano le donne di Stieg Larsson
  • Stati UnitiIl buio oltre la siepe di Harper Lee
  • India: Il Dio delle piccole cose di Arundhati Roy
  • Brasile: Don Casmurro di Joaquim Maria Machado de Assis
  • Argentina: Il tunnel di Ernesto Sabato
  • Giappone: L’uccello che girava le viti del mondo di Haruki Murakami
  • Canada: Anna dai capelli rossi di Lucy Maud Montgomery

Classico vs contemporaneo: la reazione del pubblico

L’interpretazione originale e del tutto personale di Backforward24 non è da tutti condivisa. I conservatori e tradizionalisti avevano immaginato una mappa diversa, in Spagna si dava per scontato l’intramontabile Don Chisciotte di Cervantes, eppure Zafón ha trionfato sulla mappa e allo stesso modo nelle librerie.

In Russia la preferenza era volta a Dostoevskij, ad un dei sui celebri romanzi, ma l’utente ha deciso di cogliere il vasto pubblico romantico attratto da Guerra e Pace di Tolstoj.

L’Italia è rappresentata da “L’amica geniale“, un successo contemporaneo, forse passeggero, ma comunque capace di attrarre vastità di persone, della scrittrice Elena Ferrante, il cui boom è avvenuto negli ultimissimi anni.

I nomi da opporre ad una scrittrice conosciuta dal pubblico da così poco tempo sono molti: se non vogliamo essere troppo legati al passato, quindi non nominare il glorioso Dante, potremmo pensare direttamente all’800/900, dunque Pirandello e le sue maschere? Montale con la sua immortale poesia? Svevo, Pascoli, Quasimodo, Ungaretti, Saba.. Seppure volessimo essere attaccati alla modernità tra Baricco, Camilleri, Ammaniti, Maraini, perché proprio Ferrante? La risposta si trova nella nazionalità di Backforward24, un americano che ha letto il nome dell’autrice nella rivista “Time” tra le 100 persone più influenti.

Nonostante le critiche che la mappa ha suscitato, l’idea e la grafica restano spettacolari, insieme con ogni romanzo che compare all’interno del globo, tutti degni di essere letti.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here