Manila (Filippine) – Chiuso l’aeroporto della capitale per l’eruzione del Vulcano Taal

0
536

L’aeroporto di Manila è chiuso. L’ultimo aggiornamento sull’eruzione del vulcano Taal ha spinto le autorità a prendere altri provvedimenti, oltre a quello delle evacuzioni.

Sono state infatti migliaia le persone portate via da nove comuni circostanti il vulcano Taal, nella provincia filippina di Batangas, poco più a sud della capitale Manila. L’attività del vulcano ha portato anche alla chiusura precauzionale delle scuole domani nella città. Cenere e fumo sono fuoriusciti dal cratere salendo per diversi chilometri e facendo ricadere a terra una pioggia di sassi. 

«La nuvola di fumo sta diventando sempre più grande e scura ed è veramente impressionante», ha commentato Danolo Anuran, il vicesindaco di Agoncillo, una delle località evacuate. L’allerta riguardo la pericolosità del vulcano è salita intanto al livello 4, che significa che «una pericolosa eruzione esplosiva è possibile entro ore o giorni».
 

Sul profilo Twitter dell’aeroporto il messaggio che avvisa tutti i passeggeri. Tutti i voli nazionali e internazionali in partenza e in arrivo sono stati sospesi «a causa della cenere vulcanica in prossimità dell’aeroporto» ha affermato l’Autorità per l’aviazione civile delle Filippine.
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here