Manifestazioni anti-monarchia: due arresti

0
277
Manifestazioni anti-monarchia: due arresti

Durante la proclamazione del re Carlo III si sono svolte manifestazioni anti-monarchia. Secondo quanto riferito, la polizia ha arrestato due persone. Le proteste anti-monarchia hanno diviso l’opinione pubblica. Molti hanno affermato che le proteste sono state irrispettose.

Manifestazioni anti-monarchia: cos’è successo?

Mentre era in corso la proclamazione del re Carlo III si sono svolte delle proteste anti-monarchia. Secondo quanto riferito da The Independent, due manifestanti anti-monarchia sono stati arrestati. Un uomo, Syomn Hill, mentre tornava a casa a Oxford ha detto a The Independent di essere stato arrestato dopo aver gridato “Chi lo ha eletto?”. Hill ha accusato la polizia di aver abusato dei propri poteri, sostenendo che la nuova legge sulla polizia e sulla criminalità aveva creato un’atmosfera draconiana che ha “ridotto significativamente la libertà di espressione e danneggiato la democrazia”. A Edimburgo, una donna di 22 anni è stata arrestata dopo aver mostrato un cartello che chiedeva l’abolizione della monarchia.

Le proteste anti-monarchia hanno diviso l’opinione pubblica. Alcune persone hanno affermato che gli arresti sono una violazione della libertà di parola, mentre altri hanno detto che le manifestazioni nel giorno della morte della Regina sono state irrispettose. “Credo che tutti abbiano il diritto di protestare, ma ho pensato che fosse il posto sbagliato al momento sbagliato. È stato incredibilmente irrispettoso per l’evento che stavamo assistendo”, ha detto una donna.


Leggi anche: Funerale regina Elisabetta II: l’ultimo viaggio della sovrana