Manager di Wall Street: la pandemia li ha resi più ricchi

L'inchiesta del New York Times ha evidenziato le paghe stratosferiche dei Ceo di Wall Street, nonostante perdite e licenziamenti.

0
398
Manager di Wall Street

Se il mondo vacilla per le conseguenze economiche della pandemia di coronavirus, così non è per tutti. L’anno pandemico non è stato un problema per i grandi dirigenti d’azienda. Perlomeno non dal profilo finanziario personale. Difatti la pioggia di milioni non si è interrotta. Anzi si è in generale fatta più fitta. In particolare le retribuzioni dei top manager di Wall Street come pure degli amministratori delegati sono rimaste a livelli da capogiro.E’ quanto emerge da un’inchiesta del New York Times. Che pubblica la classifica dei Ceo più pagati lo scorso anno.

La pandemia ha giovato ai manager di Wall Street?

Dal rapporto pubblicato dal Nyt è emerso un virus bifronte. E cioè per la prima volta in un secolo si è registrato un significativo aumento della disuguaglianza di reddito nel proprio Paese. A causa della pandemia. Acuendo tra l’altro le disuguaglianze economiche e sociali. Ma anche razziali e di genere già preesistenti. Con il risultato che un’élite di miliardari ha continuato ad accumulare ricchezza nel corso della più grave crisi dai tempi della Grande Depressione. Mentre miliardi di persone sono state spinte dalla pandemia sull’orlo della povertà. 


Leggi anche – Stop al coprifuoco: chi approverà domani l’odg della Meloni?


Cosa emerge dai dati?

Dai dati del Nyt emerge che il CEO della compagnia aerea boing, anche se il 2020 è stato un anno catastrofico per la vicenda del 737 Max, ha incassato 21,1 milioni di dollari. Questo nonostante l’annuncio di 30 mila esuberi. E perdite per 12 miliardi di dollari. Come pure la Norwegian Cruise Line. Che ha raddoppiato la somma versata al suo Ceo Frank Del Rio per 36,4 milioni di dollari. Nonostante il blocco delle crociere. E perdite per 4 milioni di dollari. Per non parlare poi del settore alberghiero. Il più devastato dagli effetti della pandemia. Con perdite per 720 milioni di dollari. Eppure l’amministratore delegato Chris Nassetta della catena Hilton ha incassato 55,9 milioni. L’allargamento della forbice fra retribuzioni dei CEO e quelle dei lavoratori si inserisce nel piano del presidente Usa, Joe Biden, di aumentare le tasse alla fetta della popolazione americana più abbiente.