Il maltempo sta flagellando gran parte della Sicilia, si registrano gravi disagi a causa delle piogge in tutta l’isola. Si conta una vittima nel Palermitano: Giovanni Mazzara, pensionato di 67 anni, è morto annegato dopo essere stato travolto da acqua e fango mentre era in viaggio nella zona di Castronovo di Sicilia, lungo la statale 189 Palermo Agrigento. La vittima era in auto insieme ad altre tre persone quando il torrente Morello è straripato per le forti piogge torrenziali, trascinando via il veicolo. Le altre persone a borde del veicolo  sono riuscite a mettersi in salvo, mentre l’uomo, riuscito come gli altri viaggiatori ad uscire dall’automobile, è stato travolto dalla furia dell’acqua che lo ha trascinato via. Il suo corpo è stato trovato più tardi a valle senza vita.

Sciacca è uno dei comuni più colpiti dall’ondata di maltempo in Sicilia. A poco meno di due mesi dall’alluvione del 25 Novembre, un violento nubifragio è tornato ad abbattersi sul comune dell’Agrigentino, causando diversi allagamenti provocati dallo straripamento dei torrenti Foggia, San Marco e Cansalamone. Numerose sono le interruzioni stradali registrate;  è stata interrotta per diverse ore anche la statale 115, importante strada di collegamento lungo la costa meridionale dell’isola. Un fulmine ha colpito un semaforo all’interno del centro abitato.

Non sono mancati interventi dei Vigili del fuoco impegnati in diversi interventi per soccorrere automobilisti intrappolati nei propri veicoli  in diverse strade, particolarmente a Palermo.

Nel palermitano, nel comune di Balestrate, il crollo di massi del belvedere finendo sui binari della ferrovia ha provocato l’interruzione del traffico ferroviario.

In molte aree della regione diversi comuni hanno decretato la chiusura delle scuole. A Catania il sindaco Enzo Bianco ha sospeso a scopo precauzionale anche l’attività didattica dell’università; nella stessa ordinanza si dispone anche il divieto di circolazione dei mezzi a due ruote, che non potranno transitare fino alle 24. Sempre nel capoluogo etneo le forti piogge hanno causato l’esondazione del torrente Forcile provocando l’allagamento di alcune aree della zona industriale.

Nel  Ragusano si sono registrati numerosi allagamenti  e frane che hanno provocato la chiusura di numerose strade, in particolare è chiuso al transito il tratto della statale 194 tra il  comune di Giarratana e Ragusa. Molti  i danni soprattutto nei comuni di Modica e di Ispica, dove il canale circondariale del consorzio di bonifica provocando l’allagamento di alcune abitazioni.

Non sono mancati disagi anche nel Siracusano, dove si sono registrati numerosi allagamenti che hanno causato la chiusura di numerose strade.

Nel Trapanese si sono registrate strade e case allagate in particolare nella zona di Tonnarella a Mazzara del Vallo. A causa dell’ingrossamento del fiume Mazaro c’è apprensione per quanto i risiedono nella zona del porto canale. Sempre nel Trapanese il fiume Belice ha raggiunto i livelli di guardia.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here