Maltempo insistente sulle regioni del Sud: la tendenza fino a fine mese

0
129
Maltempo insistente

Rischio di MALTEMPO INSISTENTE sulle regioni del Sud. La tendenza fino a fine ottobre. Il VORTICE non mollerà la presa con alto rischio.

Maltempo insistente sulle regioni del Sud. Le condizioni meteo resteranno critiche per l’estremo Sud almeno fino a mercoledì 27 ottobre, a causa della insistenza di un vortice di bassa pressione. Nell’arco di 3 giorni in alcune zone del Sud potrebbe cadere un quantitativo di pioggia che normalmente cade in 6 mesi.

Martedì 26 le precipitazioni più intense dovrebbero verificarsi ancora sulla Calabria, specie nel settore ionico dove proseguiranno quindi condizioni potenzialmente critiche. Avremo schiarite su Alto Adige, Lombardia, Piemonte orientale, Liguria, Toscana occidentale e nord della Sardegna. Nuvole più o meno compatte nel resto d’Italia con piogge e rovesci su Friuli Venezia Giulia, settore del medio e alto Adriatico, Lazio, gran parte del Sud e Sicilia, eccetto la Puglia centro-meridionale. Al mattino possibile presenza di nebbie sulla pianura padana centro-occidentale. Le temperature saranno in generale stazionarie o in lieve calo. Massime leggermente sotto la media nel settore adriatico e ionico. Venti da est o sud-est al Sud, ancora intensi sullo Ionio; Maestrale su Sardegna e Canale di Sicilia; più deboli nord-orientali al Centro.

Diramato allerta rossa in Calabria e arancione in Sicilia

Piogge torrenziali e rischio NUBIFRAGI su Calabria e Sicilia

Tempesta Rick diventato Uragano e si avvicina al Messico

Nella giornata di mercoledì 27 il tempo sarà ancora condizionato dal vortice di bassa pressione, che andrà a posizionarsi in prossimità della Sardegna, portando piogge e rovesci ancora sulle regioni del Sud e su quelle del Centro, localmente intense lungo il medio versante Adriatico e con temporali possibili sulle regioni meridionali e in Sicilia. La zona a rischio di piogge più intense resta il nord-est della Calabria. Entro mercoledì potrebbero cadere anche oltre 300 litri di pioggia per metro quadrato all’estremo Sud, con rischi diffusi. 

Fenomeni più isolati potrebbero verificarsi in Sardegna, nei settori del basso Lazio e, ad inizio giornata, in Emilia Romagna. Altrove il tempo risulterà più stabile, con schiarite anche ampie specie al Nord-Est. Dopo il calo termico, le temperature torneranno a salire al Nord, mentre saranno in calo in Sardegna e al Sud. Il vento sarà ancora intenso, a causa della persistenza del vortice di bassa pressione in prossimità dell’Italia, con raffiche che sullo Ionio, vicino alla Calabria, potranno raggiungere gli 80 km/h.

Secondo gli ultimi aggiornamenti il vortice potrebbe restare attivo vicino all’Italia anche nei giorni successivi, dando vita a fasi instabili e perturbate soprattutto al Sud e sulle Isole, dove non si escludono fenomeni a tratti intensi. Al Nord il tempo sarà più stabile e soleggiato, ma da domenica prossima non si esclude l’arrivo di una nuova perturbazione.

Fonte: meteoAm