Maltempo: danni in Lombardia e Piemonte

0
287
Maltempo

Maltempo in peggioramento. Temporali, grandine, nubifragi. Altri danni tra Lombardia e Piemonte. Alluvioni in Ticino

Era nelle attese le condizioni di maltempo sono sensibilmente peggiorate tra il Piemonte e della Lombardia, con temporali che assumono forte intensità. Un violento temporale si è abbattuto anche nell’area metropolitana di Milano, dove il fenomeno comunque ancora in atto.

Anche la città di Milano è stata interessata da una grandinata. Ma i temporali di maggiore rilevanza si sono verificati tutto attorno alla metropoli, con grandinate devastanti, chicchi di grossi anche 5 cm hanno spaccato vetri di auto e finestre. Il temporale ha oscurato la città di Milano a tal punto che sono state accese le luci notturne.

Meteo e clima della terra possiamo controllarlo: ma rischiamo la glaciazione

Il fenomeno atmosferico è giunto nel bel mezzo di un pomeriggio afoso d’estate, con 30°C e umidità elevata. Sono state segnalate raffiche di vento orizzontale fortissime che hanno divelto insegne stradali e abbattuto alberi. Ma la situazione maltempo è attualmente in atto. In questo momento il temporale che se accanito nell’area metropolitana milanese si sta estendendo verso la vicinissima bassa bergamasca.

Il temporale ha interessato anche un’ampia area del torinese. Stamattina il varesotto, il biellese, con danni ingentissimi. Non è da escludere che il temporale possa generare anche un tornado. Altri temporali si stanno formando anche in Veneto, segnaliamo aree temporalesche tra Padova e Treviso, un’area che solitamente è a forte il rischio eventi meteo estremi.

Nuovi violenti temporali imminenti al Nord

Brusco peggioramento da metà mese: primo taglio dell’Estate

In arrivo un Giovedì estremo: con violenti temporali grandine e vento a 100 km/h

Infine, nel vicino Canton Ticino si sono verificate precipitazioni torrenziali, dalla scorsa notte in alcune località sono caduti sino a 250 mm di pioggia. Ma una escalation temporalesca è attesa in queste ore un po’ dappertutto sul Nord Italia, dall’Appennino ligure e Alpi marittime, verso nord, in quanto sta giungendo l’aria fredda in quota che avevamo visto gli scorsi giorni sulla Francia, quel famoso nocciolo d’aria fredda di cui vi avevamo parlato, e che avrebbe avuto un’influenza anche sull’Italia.

Ma nel frattempo il caldo è molto intenso su gran parte d’Italia, persino in Valpadana orientale come ad esempio a Bologna, dove la temperatura ha raggiunto i 36°C anche oggi. Mentre a Forlì la colonnina di mercurio ha raggiunto i 37°C. Ma secondo le previsioni meteo città tra le più calde sarebbero state quelle Foggia, dove attualmente ci sono 40°C.

Fonte: MeteoGiornale