Malta: legalizzerà la cannabis per uso personale

Malta legalizzerà la cannabis per uso personale, la coltivazione e il possesso. Domani in Parlamento l'approvazione del disegno di legge.

0
653
Malta: legalizzerà la cannabis

Malta sarà il primo paese UE che legalizzerà la cannabis. La coltivazione e il possesso per uso personale. Secondo The Malta Independent, il Parlamento con un voto storico previsto per domani pomeriggio, approverà il disegno di legge, che consentirà alle persone di produrre legalmente, acquisire gemme e semi. E trasportare fino a sette grammi di cannabis. Malta, quindi, è destinata a battere il Lussemburgo come pioniere europeo della cannabis.

Malta legalizzerà la cannabis: cosa prevede il disegno di legge?

Quando la legge passerà, le persone di età pari o superiore a 18 anni potranno portare con sé fino a sette grammi di cannabis. Tuttavia, il fumo di cannabis in pubblico continuerà ad essere vietato. Mentre gli utenti possono anche coltivare quattro piante in casa. Se sono nascoste alla vista del pubblico. Ed inoltre hanno il permesso di conservare fino a 50 grammi di prodotto essiccato. Il possesso fino a 28 grammi è punibile con una multa fino a 100 euro. Ma non ci sono condanne penali. I minori di 18 anni invece di essere arrestati per possesso, compariranno davanti a un tribunale di giustizia. Per la raccomandazione di un piano di cura. Per coloro che fumano cannabis davanti ai bambini rischiano multe che vanno dai 300 ai 500 euro.

A che punto sono gli altri Paesi dell’Eurozona?

Un certo numero di stati europei ha cambiato posizione in risposta alla decisione delle Nazioni Unite dello scorso dicembre. Di rimuovere la cannabis da un elenco di farmaci classificati come potenzialmente dannosi. Con scarso o nessun valore terapeutico. Ebbene la mossa dello stato membro più piccolo dell’Ue dovrebbe innescare nel 2022 una riforma in tutta Europa. Mentre Canada, Messico e 18 Paesi degli Stati Uniti hanno già approvato leggi simili. A seguito delle dichiarazioni di Svizzera, Lussemburgo e Paesi Bassi, la Germania ha recentemente annunciato l’istituzione di un mercato legalmente regolamentato. Mentre i Paesi Bassi sono rinomati per i suoi coffeeshop di cannabis. E per l’atteggiamento rilassato nei confronti della pianta. L’uso ricreativo e la vendita di erba sono tecnicamente illegali, ma tollerati dalla sua politica gedoogbeleid. Anche l’Italia sta valutando di tenere un referendum sulla legalizzazione della cannabis.