La Procura di Caltanissetta ha iscritto nel registro degli indagati, per l’ipotesi di violazione del segreto istruttorio, l’ex procuratore aggiunto di Palermo Antonio Ingroia: l’inchiesta si riferisce a un esposto presentato dai figli di Bernardo Provenzano, Angelo e Francesco Paolo, per le notizie pubblicate dal Fatto Quotidiano sull’interrogatorio del boss, seguito al presunto tentativo di suicidio di cui “Binu” sarebbe stato protagonista, nel maggio dell’anno scorso. I pm presenti all’audizione erano due, Ingroia e Ignazio De Francisci, ma secondo i pm nisseni la fuga di notizie sarebbe da addebitare al solo ex magistrato. Ingroia replica parlando di “fantasia totale”.

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here