Madeira (Portogallo) – Autobus di turisti tedeschi precipita in scarpata 28 morti

0
496

Tra le vittime 17 donne e 11 uomini. Feriti la guida e lʼautista portoghese.

Portogallo, bus turistico in una scarpata a Madeira

Tragedia in Portogallo, dove un bus turistico si è ribaltato sull’isola di Madeira causando almeno 28 morti. L’autista avrebbe perso probabilmente il controllo per un problema ai freni mentre affrontava una curva molto stretta. Il mezzo è precipitato sopra una villetta. Le vittime, 11 uomini e 17 donne, sono turisti tedeschi. Vi sono molti feriti, di cui non si conoscono le condizioni. Aperta un’inchiesta per accertare la dinamica dell’incidente.

Il bus si è ribaltato su un promontorio a Quinta Splendida. Il gruppo era a Santa Cruz e si stava trasferendo a Funchal. Sul mezzo c’erano 57 persone, in prevalenza turisti tedeschi. ” “Non ho parole per descrivere quello che è successo – ha detto il sindaco Filipe Sousa – non riesco nemmeno ad immaginare il dolore di queste persone”.me. Del gruppo, secondo il sindaco, facevano dunque parte soprattutto turisti tedeschi che si stavano spostando da una parte all’altra dell’isola, meta turistica ogni anno da tutto il mondo.

Ancora non sono chiare le cause dell’incidente: secondo le prime ricostruzioni il bus avrebbe prima urtato un altro veicolo e sarebbe poi finito in una scarpata, addosso ad una casa. Ma secondo alcuni giornali locali l’autista avrebbe invece perso il controllo, senza alcun impatto con altre macchine.

Quel che è certo è che il pullman è precipitato contro una casa e l’impatto è stato fortissimo tanto da far sbalzare fuori diversi corpi. I soccorsi sono stati immediati con moltissime ambulanze e i vigili del fuoco si sono immediatamente messi al lavoro per estrarre i dalle lamiere i turisti ancora vivi che sono stati subito portati all’ospedale. Tra i sopravvissuti anche l’autista del bus e la guida che stava accompagnando il gruppo di turisti, entrambi feriti. Le autorità hanno immediatamente aperto un’inchiesta per accertare la dinamica dell’incidente.

Commenti