Lunedi cambia tutto: in arrivo forti temporali e burrasche

0
367
Lunedi cambia tutto

Da Lunedi cambia tutto : in arrivo burrasche e anche forti temporali la prossima settimana.

Repentino stop al caldo africano, Lunedi cambia tutto, con il ritorno di piogge e temporali su parte dell’Italia . Ormai ci sono pochi dubbi sulla drastica inversione di rotta che il meteo subirà dopo Ferragosto. La calura, che imperversa su tutta Italia, ha ormai i giorni contati. Il refrigerio si farà strada nei primi giorni della prossima settimana da nord a sud.

I primi segnali di indebolimento dell’anticiclone africano si manifesteranno già nel corso di Ferragosto quando ci sarà una maggiore diffusione dell’attività temporalesca pomeridiana sull’Arco Alpino, in particolare sul settore centro-orientale.

Qualche temporale di calore potrà peraltro manifestarsi, in modo più isolato, lungo l’Appennino. Sarà però nella notte tra il 15 e il 16 agosto che le Alpi saranno raggiunte dalla propaggini della coda di un fronte nord-atlantico, con ulteriori temporali.

Piogge torrenziali in Giappone: 5 milioni di persone evacuate

Caldo estremo in Spagna:: è a rischio il record raggiunto dalla Sicilia

Il peggioramento meteo entrerà nel vivo lunedì, quando questa perturbazione tenderà ad erodere l’anticiclone. Ci saranno quindi temporali più diffusi a partire dalle Alpi, ma che nella seconda parte della giornata dilagheranno anche in Val Padana. Le pianure centro-orientali a nord del Po saranno le più colpite.

Rischio fenomeni violenti in rotta lungo lo Stivale

Gli effetti del guasto verranno esaltati dal sopraggiungere di aria più fresca in contrasto con quella molto più calda ed umida ancora presente in Val Padana. Non mancheranno quindi locali nubifragi, colpi di vento e grandine anche di media-grossa taglia.

Le temperature, per effetto del peggioramento, caleranno bruscamente al Nord, specie tra Alpi ed alte pianure, mentre la canicola continuerà indisturbata sul resto d’Italia. Le correnti più fresche si metteranno in moto verso lo Stivale, raggiungendo martedì anche le regioni centrali e la Sardegna.

L’intrusione dell’aria più fresca si accompagnerà al coda del fronte, prevista in transito tra l’Appennino ed il medio versante adriatico. Mercoledì il fronte affonderà fino al Sud e sarà soprattutto l’aria fresca a porre fine alla calura quasi ovunque, eccezion fatta per alcune zone ioniche e l’interno della Sicilia.

Fonte: Meteo Giornale