Lukashenko afferma che le segnalazioni di abusi sono false

0
499
Lukashenko afferma che le segnalazioni di abusi sono false

La CNN ha intervistato in esclusiva il presidente bielorusso, Alexander Lukashenko. L’emittente statunitense ha chiesto al presidente bielorusso di scusarsi per le violazioni dei diritti umani. Lukashenko afferma però che le segnalazioni di abusi sono false.

Intervista della CNN a Lukashenko: cosa afferma il presidente bielorusso?

In un’intervista con la CNN, che andrà in onda oggi, il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko si è rifiutato di scusarsi per le diffuse violazioni dei diritti umani nel paese.  Secondo quanto riportato dall’emittente statunitense, la CNN ha citato le prove di Human Rights Watch e Amnesty International secondo cui i detenuti hanno riportato ferite tra cui ossa rotte e ustioni, mentre altri hanno affermato di essere stati costretti a giacere nudi nella terra mentre venivano aggrediti. Lukashenko ha detto: “Tutto quello che avete appena detto è falso e fantasia. Vi garantisco che è falso e fantasia”.

Lukashenko ha poi risposto: “Sai, non abbiamo un solo centro di detenzione, come dici tu, come Guantanamo, o quelle basi che gli Stati Uniti e il tuo paese hanno creato nell’Europa orientale… Per quanto riguarda i nostri centri di detenzione, dove mettiamo gli accusati o gli indagati, non sono peggiori che in Gran Bretagna o negli USA. Ve lo garantisco”.

L’ultimo dittatore d’Europa

Lukashenko, presidente della Bielorussia dal 1994, è considerato l’ultimo dittatore d’Europa. Alle elezioni presidenziali dello scorso anno sono state segnalate numerose frodi e la popolazione è scesa in piazza per protestare. Con le proteste il governo di Lukashenko ha iniziato un giro di vite senza precedenti. La leader dell’opposizione Svetlana Tikhanovskaya è fuggita dal paese, mentre altri sono incarcerati. Nei mesi scorsi Minsk ha addirittura dirottato un aereo di linea Ryanair per far arrestare un giornalista dell’opposizione e la sua fidanzata. La comunità internazionale ha accolto con indignazione la decisione del governo bielorusso. UE e USA hanno emesso numerose sanzioni. Il presidente americano Joe Biden ha anche emesso un ordine esecutivo che prende di mira coloro che nel regime di Lukashenko sono coinvolti nella repressione dei diritti umani e della democrazia.


Leggi anche: Bielorussia: USA annunciano nuove sanzioni

Sofia Sapega costretta a confessare con intimidazioni