Lugansk: attacco aereo russo contro una scuola

Ad affermarlo è il governatore dell’oblast ucraino, secondo cui vi sarebbero almeno 62 presunte vittime

0
137
Severodonetsk: i russi hanno il totale controllo della città

Nell’oblast ucraino del Lugansk le forze russe hanno effettuato un attacco aereo contro un edificio scolastico. Il governatore locale Serhiy Haidai ha affermato che circa 30 delle 90 persone presenti nella struttura sono state evacuate. I funzionari al momento classificano le persone ancora intrappolate come decedute. La scuola era l’ultimo rifugio per civili della zona.

Lugansk: attacco aereo contro una scuola – cos’è successo?

Si è verificato un attacco aereo da parte delle forze russe contro un edificio scolastico a Bilohirivka, un villaggio situato nell’oblast del Lugansk. Secondo le prime stime dei funzionari, vi sarebbero almeno 62 presunte vittime. Il governatore dell’oblast Serhiy Haidai ha annunciato che, oltre alle decine di vittime, nella scuola, che conteneva circa 90 persone, si sono verificati diversi danni e che l’attacco ha anche provocato un incendio. Le persone attualmente evacuate sono al momento 30. Le squadre di soccorso sono riuscite a spegnere le fiamme quattro ore dopo lo scoppio dell’incendio.

Le dichiarazione del governatore dell’oblast

Tutte le 60 persone rimaste sotto le macerie degli edifici sono molto probabilmente morte”, ha affermato Haidai, “Si tratta di vere e proprie atrocità del ‘mondo russo”. Il governatore ha anche definito “cinico” il bombardamento di una scuola, sottolineando che se i russi “non possono uccidere un soldato, uccideranno dei bambini innocenti”. Haidai ha dichiarato che questa scuola rappresentava l’ultimo rifugio locale per i civili.


Leggi anche: Ucraina: evacuati tutti i civili a Mariupol