Louisiana: giudice blocca temporaneamente il divieto di aborto

0
385
Louisiana:

Louisiana: un giudice di New Orleans ha temporaneamente bloccato il divieto di aborto. Dopo che la Corte Suprema degli Stati Uniti, ha eliminato il diritto all’accesso. Abolendo, la storica sentenza Roe v Wade. Il caso ha scatenato la rabbia degli attivisti. E ha aperto le porte a un’ondata di contenzioso. Poiché una parte ha cercato rapidamente di mettere in atto divieti in tutto lo stato e l’altra ha cercato di fermare o almeno ritardare tali misure.

Louisiana: perchè il giudice blocca il divieto di aborto?

l giudice distrettuale civile di Orleans, Robin Giarrusso ha emesso un’ordinanza restrittiva temporanea sulla legge che vieta quasi tutte le procedure di aborto. A seguito di una causa intentata lunedì mattina dal Center for Reproductive Rights per conto di una delle tre cliniche per aborti della Louisiana. Pertanto il giudice ha fissato un’udienza per l’8 luglio per decidere se bloccare ulteriormente l’applicazione del divieto. Tuttavia la caduta di Roe v Wade ha spostato il campo di battaglia sull’aborto nei tribunali di tutto il Paese. Poiché i gruppi anti-aborto hanno cercato di emanare rapidamente divieti in tutto lo Stato e i difensori dei diritti civili hanno cercato di guadagnare più tempo.

Leggi anche – Aborto negato a Malta: si teme per la vita della turista statunitense

USA: Corte Suprema elimina il diritto di aborto

I tribunali bloccano le restrizioni

Nella sentenza di venerdì, la Corte Suprema ha lasciato agli Stati la facoltà di decidere se consentire l’aborto. Ed ora che l’Alta Corte ha stabilito che la Costituzione degli Stati Uniti non garantisce il diritto all’aborto, i gruppi per i diritti all’accesso, cercano protezione secondo le costituzioni statali. Le sfide per far scattare leggi potrebbero essere avanzate sulla base del fatto che non sono state soddisfatte le condizioni per imporre i divieti. “Lotteremo per ripristinare l’accesso in Louisiana e in altri stati il ​​più a lungo possibile. Ogni giorno che una clinica è aperta e che fornisce servizi di aborto può fare la differenza nella vita di una persona”. Ha affermato Nancy Northup, presidente e CEO del Center for Reproductive Rights. Intanto la California, controllata dai Democratici, ha approvato giovedì un disegno di legge per proteggere il diritto all’accesso di aborto. Tuttavia la decisione crea anche il potenziale per lotte legali tra gli Stati. Sulla possibilità di citare in giudizio o perseguire le cliniche e coloro che aiutano le donne ad abortire.