Los Angeles: esplode un ordigno in una chiesa

La chiesta era stata oggetto di polemiche e proteste per i suoi attacchi alla comunità LGBT e altre minoranze. L’FBI ha aperto un’indagine

0
163
Los Angeles

In una chiesa di El monte, un sobborgo di Los Angeles, è esploso un ordigno. La chiesa in passato era stata oggetto di polemiche e proteste per i suoi attacchi alla comunità LGBT e altre minoranze. Le autorità hanno referito che non ci sono feriti. Inoltre l’FBI e le autorità locali hanno annunciato l’apertura di un’indagine.

Cos’è successo in una chiesa a Los Angeles?

In una chiesa di El Monte, un sobborgo di Los Angeles, è avvenuta l’esplosione di un ordigno rudimentale. Le autorità hanno riferito che non vi sono stati feriti ma l’edificio della First Works Baptist è rimasto danneggiato. La chiesa era stata oggetto di polemiche e proteste per i suoi attacchi alla comunità LGBT e altre minoranze. L’FBI e le autorità locali hanno annunciato di aver aperto un’indagine. La polizia locale ha riportato che l’edificio è stato vandalizzato all’interno prima dell’esplosione. Inoltre ha riferito che il pastore Bruce Mejia ha ricevuto numerose minacce sui social nelle ultime settimane.

Il pastore della chiesa è un sostenitore di “rendiamo di nuovo l’America etero”

La chiesa fa parte del New Independent Fundamental Baptist Movement, una rete internazionale di chiese che, secondo il Southern Poverty Law Center, think tank che monitora i gruppi dell’estremismo di destra USA, comprende persone che chiedono la pena di morte per i gay. Nel 2019 il pastore Mejia è stato uno dei partecipanti alla conferenza “Make America Straight Again“, rendiamo di nuovo l’America etero, che si è svolta ad Orlando, due giorni dopo il terzo anniversario del massacro nel Pulse, la discoteca gay della città della Florida. Inoltre Mejia si ha attaccato più volte i Black Live Matter ed ha definito le donne “costituzionalmente deboli”.

Nelle ultime settimane, i cittadini di El Monte, hanno raccolto 15 mila firme per chiedere al sindaco della città di mettere al bando la chiesa. Il capo della polizia locale, David Reynoso, ha affermato che non vi sono indicazioni che proteste siano collegate all’attacco all’edificio. Reynoso ha dichiarato: “Non voglio neanche parlare delle proteste perché non sarebbe giusto collegare le due cose”.


Leggi anche: Assalto Campidoglio: crescono le richieste di indagine stile 9/11

Commenti